Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/customer/www/mondodelgusto.com/public_html/index.php on line 83

Deprecated: Function ereg() is deprecated in /home/customer/www/mondodelgusto.com/public_html/index.php on line 33

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/customer/www/mondodelgusto.com/public_html/index.php:83) in /home/customer/www/mondodelgusto.com/public_html/index.php on line 193
“Figli dei territori”: 50 anni di Doc del vino, una strategia italiana, una storia molto piemontese.


“Figli dei territori”: 50 anni di Doc del vino, una strategia italiana, una storia molto piemontese.


Vignaioli Piemontesi


Torino, 3 maggio 2013


E’ stato presentato oggi a Palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale del Piemonte, nel corso del convegno “1963-2013. Il vino, la memoria, il futuro. La legge delle doc dei vini compie 50 anni. Una storia molto piemontese”, il libro Figli dei territori.


Il testo nasce per celebrare la ricorrenza e ne sintetizza gli scopi, ovvero rievocarne la storia, ricordare i protagonisti e offrire una serie di opinioni e di elementi per stimolare il confronto e le proposte per rafforzare e far crescere la vitivinicoltura.

 

In 128 pagine presenta un’analisi sullo scenario internazionale del vino a cura dell’OIV, una serie di opinioni a confronto sull’esperienza delle Doc firmate da oltre 30 protagonisti del panorama enologico italiano (produttori, enologi, giornalisti, studiosi, pubblici amministratori) e una documentazione sulle 330 Doc, 73 Docg, e 119 Igt riconosciute, regione per regione.



Per ordinazioni: Sagittario Editore – info@baroloeco.it


Il libro è realizzato a cura del circolo culturale Ottavi e dell’editore Sagittario, in collaborazione con la Regione Piemonte e Vignaioli Piemontesi.

 

 

Oltre all’assessore regionale all’Agricoltura, Claudio Sacchetto, sono intervenuti Giuseppe Martelli, presidente del Comitato nazionale vini del Ministero delle Politiche agricole, Andrea Desana, coordinatore del comitato promotore del 50esimo, Elio Archimede, coordinatore editoriale del libro, Luigi Biestro, direttore della Vignaioli Piemontesi, Vittorio Camilla, coautore del libro, Marco Goria, presidente della Fondazione Giovanni Goria. Ha condotto la giornalista Fiammetta Mussio.


Nel corso dl convegno sono stati ricordati due protagonisti piemontesi della storia della legge sulle Doc: il senatore Paolo Desana e l’onorevole Giovanni Goria, con la simbolica cerimonia di consegna delle targhe alla memoria dei due personaggi ai rispettivi figli.


Per l’assessore Sacchetto “il convegno ha dimostrato ancora una volta che quello del vino rappresenta uno dei comparti più importanti, vitali e attivi della nostra economia e della nostra società. I nostri vini, famosi e apprezzati in tutto il mondo, dove vanno in buona parte, per un export che ha raggiunto un valore di quasi 5 miliardi di euro, sono anche simbolo e ambasciatori delle qualità del Made in Italy.

 

Il Piemonte, terra di grandi vini e antiche tradizioni vitivinicole, è parte fondamentale di tale sistema e del processo evolutivo che ha portato l’Italia a diventare paese leader mondiale del vino. Anche per tali motivazioni abbiamo patrocinato e sostenuto tutto il programma del 50esimo della legge sulle Doc e con una punta di orgoglio abbiamo voluto anche rilevare la storia molto piemontese della legge, ricordandone appunto i due storici protagonisti. E’ grazie a questi grandi uomini ed al lodevole lavoro dei suoi circa 20.000 produttori il Piemonte si è guadagnato anche sul campo i suoi meriti e valori vitivinicoli”.



di Andrea Di Bella