La Riviera dei Fiori


La parte occidentale della provincia di Imperia è nota come Riviera dei Fiori; comprende i territori costieri da Andora e Ventimiglia ed anche quelli dell’entroterra caratterizzati da tante aziende che producono fiori esportati in ogni parte del mondo.

 

Lungo la costa, prevalentemente bassa e sabbiosa, alternata a tratti rocciosi spioventi sul mare cristallino, il clima è quasi sempre mite, poco piovoso e molto soleggiato; qui il turismo balneare da decenni si è affermato con prepotenza diventando un fattore di sviluppo secondo solamente proprio alla produzione e commercio florovivaistico.

 

La bellezza della Riviera dei Fiori consiste proprio nella varietà del territorio, che va dal mare azzurro alle colline verdi pieni di ulivi, vigneti ed alberi da frutta, ai borghi medioevali arroccati sui monti, pieni di storia.


 

Tra i centri più noti di questo tratto della costa ligure troviamo Andora, Cervo, Diano Marina, San Lorenzo al Mare, Imperia, Ventimiglia, Sanremo, Ospedaletti, Bordighera, Vallecrosia e Camporosso.

 

Nell'entroterra, alcuni bellissimi borghi come Dolceacqua con il famoso Castello dei Doria e il suggestivo ponte su Nervia, Pigna con il suo centro termale, Apricale, uno dei borghi più belli d'Italia, dominato dal castello della Lucertola, Rocchetta Nervina conosciuta per il suo rinomato centro escursionistico, Triora conosciuta per i processi per stregoneria, Pieve di Teco con i suoi caratteristici portici, sono un richiamo turistico che completa la già grande offerta della Riviera dei Fiori.

 

Il capoluogo provinciale, Imperia, sorta appena novant’anni fa unificando Oneglia, Porto Maurizio ed alcuni altri centri minori, è considerata la “capitale” della Riviera dei Fiori; le colline attorno alla città sono caratterizzate da coltivazioni di ulivi dal quale si produce un olio extravergine ben conosciuto dai gourmet di tutto il mondo, intercalate da una moltitudine di coltivazioni all’aperto e in serra di fiori di ogni tipo.

 

La parte vecchia rappresentata da Porto Maurizio, l’antico borgo medievale, è un labirinto di suggestive stradine, viuzze, caruggi e creuzi quasi in verticale sulla rocca, con una bellissima vista dall’alto sul golfo e sul porto turistico.

 

rivieradeifiori

 

Anche Andora, che però è in provincia di Savona, ha un bellissimo centro storico, una bella chiesa in stile romanico-gotico, il ponte romano a dieci arcate e il bel Castello circondato da diverse abitazioni medioevali ed il Torrino, una piccola torre eretta dai genovesi nel Cinquecento.

 

Cervo è il primo comune imperiese della Riviera dei Fiori, molto pittoresco, con la chiesa barocca seicentesca di san Giovanni Battista, Palazzo Morchio, il Museo Etnografico del Ponente Ligure e bellissime spiagge note a livello internazionale, come anche Diano Marina e San Lorenzo al Mare.

 

Taggia, meno nota, contiene alcuni luoghi di grande interesse artistico, storico e architettonico: dal Convento di San Domenico alla Pinacoteca, al Ponte Medioevale a sedici arcate, alla chiesa Parrocchiale dei SS. Giacomo e Filippo.

 

Sanremo non ha bisogno di presentazioni, nota com’è a livello internazionale per le sue manifestazioni canore; il centro è caratterizzato anche da chiese, santuari, edifici liberty, giardini di grande interesse storico-artistico; la sua “promenade” sul mare è una delle più belle e frequentate dell’intera riviera di Ponente.


Ospedaletti, rimasto famoso per ospitare il primo Casinò d'Italia ad inizio ‘900, è il luogo ideale per gli amanti della natura, grazie alle molte passeggiate che sono possibili lungo i monti che circondano questo comune.

 

Bordighera, Vallecrosia, sede di un fiorente turismo religioso, Camporosso, nell’entroterra e Ventimiglia, la porta occidentale d’Italia, al confine con la Costa Azzurra, sono cittadine di indiscutibile fascino, piene di storia e di giardini fioriti.

 

Tanti gli eventi che vengono organizzati nella Riviera dei Fiori; il più importante, che ha proiettato il territorio a livello mondiale, è il Festival della canzone italiana di Sanremo, ma anche il Premio Tenco e manifestazioni sportive come la corsa ciclistica Milano-Sanremo ed i raduni di vele e motoryacht d’epoca non sono meno importanti.


I fiori della riviera sono celebrati un po’ ovunque; Ventimiglia, per esempio, ospita la celebre infiorata nota come “Battaglia di Fiori”, ma le occasioni per richiamare turisti sono tantissime in ogni località della costa e dell’entroterra.

 

rivieradeifiori

 

Ovunque i prodotti tipici del territorio, oltre ai fioriagli agrumi  ed alla cucina, sono protagonisti nelle Sagre, feste e mercatini: Imperia ospita per esempio la Fiera dell’Olio Nuovo; la cucina della Riviera dei Fiori si rifà sostanzialmente alla cucina ligure, caratterizzata dall’uso dell’olio d’oliva, dal pesto.

 

Anche le verdure sono molto usate; molto meno le carni, gli insaccati ed i formaggi; pinoli e acciughe, al contrario, sono abusati in molti piatti sin dai tempi medioevali, così come i funghi secchi.


Tra i tanti i piatti tipici della Riviera dei Fiori, troviamo le melanzane e le olivette sott'olio, la focaccia, la farinata di ceci, le frittelle di baccalà e quelle con la lattuga, la torta di zucca e quella di carciofi.

 

Le trofie o le trenette al pesto, i ravioli di stoccafisso o di funghi porcini, il minestrone, i pansoti con salsa di noci , le tagliatelle verdi con borragine e la “buiabesa”, la classica zuppa di pesce, tipica della tradizione di Imperia, sono i primi più noti della zona.

 

Con un tratto di costa così lungo, è naturalmente il pesce a farla da padrone nei secondi piatti, preparato in mille modi diversi ma, soprattutto nell’entroterra, è possibile mangiare anche i famosi funghi al funghetto, le lattughe ripiene, lo stufato di trippe e il tacchino alla storiona.


Nel territorio collinare della Riviera dei Fiori, spesso lungo i pendii terrazzati, si producono inoltre buonissimi vini, come il Rossese, il Pigato e l'Ormeasco, poco noti fuori dal territorio, ma che non stonano affatto a confronto con altre varietà di vini più nobili e conosciuti.



di Redazione 35