San Benedetto Po e dintorni (Mantova): la provincia cara a Matilde di Canossa


IAT ufficio Informazione e Accoglienza Turistica di San Benedetto Po e dell'Oltrepo Mantovano
piazza Matilde di Canossa, 7 San Benedetto Po - 46027 (Mantova)

(vedi mappa)
Mostra il telefono
Mostra il fax
Email: iat@oltrepomantovano.eu
Web: http://www.turismosanbenedettopo.it


Personaggio di primaria importanza nella storia del Medioevo europeo, Matilde di Canossa è forse la figura storica più interessante del Medioevo, nelle terre intorno al fiume Po.

 

Dopo la morte del padre, nel 1052 e dei fratelli, la giovanissima Matilde si ritrovò unica erede del patrimonio feudale dei Canossa, esteso tra i territori di Lucca, Ferrara e Brescia, di cui, naturalmente, faceva parte anche Mantova.

 

Un segno tangibile della presenza di Matilde a Mantova è la chiesa più antica della città di Mantova: la Rotonda di San Lorenzo, luogo sacro e affascinante, carico di simboli. Il monumento, risalente al 1083, fu quasi certamente voluto dalla Contessa. Pare che il suo intento fosse quello di creare una vera e propria cappella palatina, sul modello di Acquisgrana; l'edificio si presenta infatti a pianta circolare; all'interno è presente il matroneo e sono visibili lacerti di affreschi.


 

Le pievi e il monastero

 

Partendo da Mantova, poco dopo Suzzara si incontra il piccolo paese di Palidano, l'antica "Lectum Palludanum", dove sorge la chiesa dedicata a San Sisto, che già nel 1105 fu donata al monastero di Polirone. Dell'originario aspetto romanico oggi restano soltanto le lesene e gli archetti pensili del campanile.



di admin