Laurino (Salerno), uno scrigno nascosto nel Parco Nazionale del Cilento: La storia


Comune di Laurino (Salerno)
v. Agostino Magliani, 10 Laurino - 84057 (Salerno)


 

La storia di Laurino, un piccolo borgo nel Parco Nazionale del Cilento, in provincia di Salerno, è stata molto gloriosa. Nei secoli ha conquistato un tale grado di civiltà da permettersi il predominio sulle numerose popolazioni dell’alta valle del Calore. Ha potuto vantare la presenza di molti artisti, letterati, giureconsulti; fu paese di artigiani di gran pregio ed illuminati cultori della terra.

 

Nel corso dei secoli gli abitanti di Laurino hanno sempre dimostrato grande senso civico e solidarietà, come dimostrano le opere di beneficenza e le costruzioni di alcune opere pubbliche come nosocomi ed orfanotrofi. Dal dopoguerra ai giorni nostri anche Laurino ha vissuto gli eventi socio-economico-culturali che hanno caratterizzato la maggior parte dei paesi del mezzogiorno, tra tutti il decremento demografico.

 


Oggi è visitabile un piccolo museo-antiquarium dove è custodito il patrimonio strappato in parte alle viscere della terra, nei pressi di Laurino, le cui remotissime origini sono documentate soprattutto da alcuni giacimenti archeologici come la Grotta dei Fraulusi in località Pruno.


Innumerevoli sono i dati relativi all’archeologia raccolti durante gli scavi: vasi di terracotta, di cui alcuni con le caratteristiche decorazioni dell’epoca: punteggio ad incisione ed excisione; punte di freccia, macine; lame; resti vegetali ed animali.



di Maria Trama