Mammola (Reggio Calabria): Manifestazioni


Pro Loco Mammola


 

Mammola è ricca di iniziative e manifestazioni di cui proponiamo le principali:
 

  • Sagra dello Stocco il 9 agosto di ogni anno.

La “Sagra dello Stocco” è organizzata ogni anno dalla Pro Loco e il Consorzio Stocco di Mammola, con la collaborazione del Comune di Mammola, il Gal della Locride, il Patrocinio della Ambasciata di Norvegia, il contributo della Regione Calabria Assessorato al Turismo, la Comunità Montana della Limina, l’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria, la Comunità Europea.
 

La tradizionale “Sagra” si svolge ogni anno nelle Piazzette del Borgo antico medievale di Mammola il 9 Agosto, con inizio alle ore 18.00, per la degustazione dello “Stocco” (pescestocco o stoccafisso) cucinato in vari modi secondo le tradizionali ricette mammolese (stocco alla mammolese, stocco e fagioli, stocco fritto, frittelle di stocco, ravioli ripieni di stocco, fusilli o bucatini con il sugo di stocco ecc.) per gustare gli antichi sapori del passato, viene servito in tegami di terracotta (tianeji).


 

La “Sagra” per la sua tipicità è tra le più importanti manifestazioni di gastronomia della Calabria e d’Italia e richiama migliaia di turisti nostrani e stranieri. La “Sagra” si svolge per le vie del Borgo medievale dove si possono ammirare le bellezze del Borgo, delle Chiese antiche e dei Palazzi nobiliari, le mostre di artisti locali e stand artigianali, tutto in un clima di festa folcloristica, con balli, canti, suoni e spettacoli vari, ai tradizionali balli dei ”Giganti”, la serata sarà conclusa con un grande spettacolo di musica Latino-Americano in Piazza Ferrari, la chiusura della “Sagra” è prevista a mezzanotte in Piazza Ferrari con i fuochi d’artificio, al ballo della famosa e tradizionale “Pupazza infuocata” al ritmo della tarantella.
 

Mammola “Paese dello Stocco” è punto di riferimento turistico e gastronomico per la popolazione calabrese e per i turisti che si trovano in Calabria e nella vicina Sicilia.
Per le sue particolari caratteristiche e qualità di prodotto tipico lavorato con tecniche artigianali, lo “stocco di Mammola” ha ottenuto il massimo riconoscimento tanto da essere incluso nell’Elenco Nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (Suppl. Ord. G.U. n. 167 del 18-7-02 pag. 13 N°201).
I merluzzi pescati nei Paesi del Nord Europa vengono accuratamente selezionato. I più grossi, dopo essere stati puliti vengono, appesi su impalcature di legno per essiccarli al sole e alla gelida pulita aria artica, diventeranno Pescestocco o Stoccafisso, che nel meridione d’Italia diventa comunemente “Stocco”.

Alla fine di questo processo di conservazione naturale, il pesce viene importato in Italia per essere trasformato, da prodotto duro e secco, in alimento commestibile. Per ciò è necessario eseguire una lavorazione esclusivamente artigianale, consistente nella pulizia e nella messa in ammollo per diversi giorni, in acqua corrente di buona qualità. E’ evidente che l’acqua assume particolare rilevanza per la buona riuscita del prodotto finale. Le acque che sgorgano dalle numerose sorgenti montane appenniniche Aspromonte-Serre di Mammola hanno una particolare composizione chimico-fisica, ricca di sostanze oligominerali, che combinandosi tra loro, determinano una perfetta maturazione dello “Stocco” in ammollo, esaltandone le qualità, ed ottenendo così un prodotto bianco, grosso e molto saporito.
 

E’ questa, la ragione principale, insieme alla professionalità di chi lo lavora, che determina da secoli la produzione di un ottimo “Stocco”. Nel tempo, in cucina, combinato con ingredienti della dieta mediterranea e preparato in maniera antica, è divenuto il piatto tipico di Mammola e tra i più importanti della Calabria e d’Italia. Il pesce ha un alto valore alimentare, se si pensa che un chilo di “Stocco” corrisponde, infatti, a quasi cinque chili di merluzzo fresco.


Inoltre

  • Mercato settimanale del Mercoledì: vendita di prodotti tipici locali.
  • 6 Gennaio: chiusura delle Feste Natalizie, in serata processione di “Gesù Bambino” con fiaccolata, dalla Chiesa di San Filippo alle Piazze: Magenta, Ferrari e Mercato.
  • Carnevale: Giovedì grasso: tipiche maschere locale con balli, tamburi e farse delle Scuole Medie ed Elementari. Domenica e Martedì sfilate di maschere con festa in piazza.
  • 12 Marzo: Festa patronale in onore di San Nicodemo A.B.. - Tradizionale fiera.
  • 19 Marzo San Giuseppe: Festa tipica con “pasta e ceci” dopo la processione.
  • Aprile - Maggio: Manifestazioni scolastiche al Parco Museo Santa Barbara.
  • Riti Pasquali della Settimana Santa: Domenica delle Palme, benedizione delle Palme e rami d’ulivo alla Chiesa Annunziata, poi breve Processione fino alla Chiesa Matrice. Sera di Giovedì Santo, visita ai Sepolcri nelle Chiese.
    Processione del Venerdì Santo (con la Madonna Addolorata e Cristo Morto) al Monte Calvario.
    Processione Domenica di Pasqua con la “Sbelata” (incontro tra la Madonna e Cristo Risorto) in Piazza Ferrari.
    Domenica successiva a Pasqua, Processione dell’Annunziata.
  • 1° Maggio: gara di pesca al Laghetto Montano Marzanello.
  • 12 Maggio Domenica successiva: Festeggiamenti al Santuario di San Nicodemo A.B. alla Limina, (l’antico Santuario ricade nel territorio del Parco Nazionale dell’Aspromonte, è stato incluso negli itinerari della Calabria del “Giubileo 2000”, abitato da un Monaco è aperto tutto l’anno).
  • - Marzo – Aprile – Maggio - Giugno: Escursioni Trekking.
  •  Maggio o Giugno: Festa del “Corpus Domini”, Processione nel Centro Storico con visita delle Chiese e “Altarini”, con lancio di fiori di ginestra e papaveri, in tutti i balconi sono esposte le coperte più belle di vari colori e disegni, tessute al telaio.
  •  Giugno: Raduno equestre con escursione.
  •  Luglio: “Festa della Ricotta affumicata” degustazione e vendita della Ricotta nel Borgo Antico.
  • 13 Giugno: Festa di Sant’Antonio di Padova con i bambini vestiti in abiti bianchi con in mano un giglio e distribuzione dei pani.
  • Tutti i Venerdì di Luglio e Agosto: Pellegrinaggio a piedi, raduno largo Magenta ore 5,00 percorrendo il Sentiero dei Greci “la Seja” per raggiungere il Santuario di San Nicodemo A.B. alla Limina.
  •  Luglio - Agosto - Settembre: Feste e manifestazioni del “Buon ritorno e dell’ospitalità”.
  • Luglio – Agosto – Settembre: Manifestazioni artistiche e culturali al Parco Museo Santa Barbara.
  • 9 Agosto: “Sagra dello Stocco”, degustazione della pietanza servita in tegami di terracotta, con canti, balli, spettacoli folkloristici, fuochi d’artificio della tradizionale “Pupazza infuocata” al ballo della tarantella.
  • 11 Agosto: “Festa del Volontariato” Regionale.
  • 14 Agosto: Anteprima “Festa del Fungo”, serata gastronomica e vendita di prodotti tipici.
  • 15 Agosto: Villaggio Limina – Festa della “Madonna dell’Assunta” e della Montagna. Tradizionale fiera.
  •  Venerdì, Sabato e la Prima Domenica di Settembre: Grandi festeggiamenti tradizionali in onore di San Nicodemo A.B., con tradizionale fiera nelle Piazze Magenta e Ferrari, Venerdì mattina Pellegrinaggio a piedi al Santuario alla Limina - Spettacolo Musicale. Sabato pomeriggio Processione del Santo con le Reliquie alla Grancia Basiliana di San Biagio - Spettacolo in Piazza. Domenica mattina Processione del Santo per le vie del paese - Concerto in Piazza e fuochi d’artificio.
  • IV Domenica di Settembre: Festa di San Cosimo e Damiano.
  • Settembre – Ottobre - Novembre: Escursioni Trekking e raccolta di castagne e funghi (richiesta la tessera)
  •  II Domenica di Ottobre: Festa di Maria S.S. del Rosario.
  • Ultima Domenica di Ottobre: “Festa del Fungo” e dei prodotti della Montagna, degustazione di Funghi cucinati in vari
  • Feste Natalizie: ”Festa delle Capanne” degustazione dei prodotti tipici natalizi – Tradizionale Babbo Natale che porta doni ai bambini - Processione di mezzanotte di “Gesù Bambino” con canti natalizi al suono di zampogne e pifferi -
  • Concerti di Santo Stefano e Capodanno - Presepe artistico in Piazza Ferrari.
     



di Redazione 4