La Valle del Cervo (Biella): ruga d'autore sul volto della Terra: Santuario di San Giovanni d’Andorno


Comunità Montana Valle del Cervo La Bürsch
Via B. Galliari, 50 - 13811 Andorno Micca

(vedi mappa)
Mostra il telefono
Mostra il fax
Email: info@vallecervo.it
Web: http://www.vallecervo.it



La grotta scavata nella roccia, la volta irregolare e le lastre di pietra grezza della pavimentazione caratterizzano il luogo originale dove, secondo la leggenda, nel XVI secolo fu trovata la statua di San Giovanni Battista. L’acqua che filtra dalle pareti del sacello, alla quale la devozione popolare attribuisce doti taumaturgiche, è indicata specialmente per curare le malattie degli occhi. Qui, nella mistica suggestione della  penombra, discreto invito all’ascolto e alla meditazione, in una nicchia la statua lignea del Precursore accoglie il visitatore.

La tradizione racconta di alcuni pastori che trovarono la statua e decisero di portarla con loro negli alpeggi e di come, miracolosamente, nel corso della notte essa tornò alla grotta. Solo dopo vari tentativi, che ebbero lo stesso esito, quei primi fedeli riconobbero il carattere sacro del luogo e costruirono intorno ad esso una prima cappella. Il grande afflusso di pellegrini portò poi alla progressiva costruzione del Santuario che si completò nel 1605 e al quale furono aggiunti i primi attigui edifici.

Un’ ultima fase costruttiva delineò l’attuale struttura barocca che completa il grande piazzale antecedente il Santuario. Dal 1738 al 1781 via via sorsero l’Hosteria, l’Ospizio e il Collegio che circondano il Bùrnell, caratteristica fontana in pietra locale che ricorda quella del vicino Santuario di Oropa.

La diffusa religiosità popolare portò all’edificazione dei Sacri Monti prealpini. Come ad Oropa e al Santuario di Graglia nel biellese ed a quello di Varallo in Val Sesia, anche a San Giovanni venne eretto il percorso devozionale. Le cinque cappelle oggi rimaste, dedicate a santi che si distinsero per la loro vita ascetica e penitenziale, si affacciano sulla vecchia strada selciata che da Campiglia sale attraverso uno splendido bosco di faggi. Il percorso le unisce passando per il Santuario e scendendo alla antica pieve di S.Maria di Pediclosso, la più antica dell’alta valle, e al suo Oratorio.


 

Chiesa di San Giovanni d'Andorno - foto Lorenzo Delpiano



di Redazione 4