Il Parco del Basilico (Genova): Una Ricetta: il pesto


 

Le caratteristiche aromatiche di questa pianta, sono determinate dalle particolari condizioni pedoclimatiche del territorio ligure, quindi la nota salsa ligure che ne deriva: il pesto, conserverà tutto l’aroma e la qualità della piantina. La nascita del pesto in Liguria  risale al primo trentennio dell'Ottocento, oggi è la salsa più nota al mondo.

Ingredienti per 6 persone (Il pesto tradizionale va fatto usando sette ingredienti di alta qualità):
8 folti mazzi di basilico genovese di Prà (o di altre località del Ponente); 3 spicchi d'aglio di Vessalico (comune in provincia di Imperia); 35 g di pinoli di Pisa prima scelta; 50 g di Parmigiano Reggiano Dop di 24 mesi; 10 g di pecorino Sardo Dop di 15 mesi; 2 g di sale grosso marino; 7-8 cl di olio extravergine Riviera Ligure Dop (dolce e maturo).
 
Preparazione:
Togliere le foglie di basilico dalle piantine, lavarle e farle asciugare su carta assorbente o nella centrifuga, facendo attenzione a non schiacciarle. Porre l'aglio già mondato nel mortaio, pestarlo col pestello di bosso o di frassino fin tanto da ridurlo in poltiglia e, così, anche per i pinoli. Unire il basilico e il sale e schiacciare - senza più pestare - a lungo roteando, sino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere i formaggi e, sempre rimestando, incorporare l'olio versato a filo.


 


Il pesto caratterizza diversi primi piatti  di pasta della cucina genovese e ligure, come le trenette, lasagne, gnocchi, troffiette e costituisce il tocco finale al più classico minestrone.


I vini che meglio accompagneranno i piatti a base di pesto sono  vini bianchi giovani, profumati, secchi ma morbidi e freschi,  come il Riviera Ligure di Ponente Pigato e il Collio Sauvignon.



di admin