Sulla Strada dei Sapori di Prato e Dintorni: La Strada dei biscotti


 

La Strada dei biscotti si snoda dai primi contrafforti dell'Appennino della Val di Bisenzio, lungo la piana e le città di Prato e Montemurlo, fino alle dolci colline del Montalbano.

Una mappa vi guiderà tra antichi forni, pasticcerie e laboratori artigianali che sfornano:

- i tradizionali biscotti di Prato, conosciuti come Cantucci o Cantuccini fatti non solo con le mandorle ma anche con il cioccolato, i pistacchi, le scorze d'agrumi e le nocciole.

- i Brutti Boni, di colore bruno hanno profumo e sapore di mandorle;

- gli Zuccherini, biscotti tondi e leggeri immersi dopo la cottura nello zucchero fuso, hanno l'odore e il sapore dell'anice e vantano una secolare tradizione: erano i dolci del pranzo di nozze in quanto la forma tradizionale a ciambellina ricorda la fede nuziale;

- gli Amaretti, dolcetto grande poco più di una noce, dal colore ambrato con consistenza morbida e un netto profumo e sapore di mandorla;

- gli ultimi nati… i sassi della Calvana e i Carmignanini. La Calvana, a cui sono ispirati i sassi, è un gruppo di rilievi che separa la Val di Bisenzio dalla conca del Mugello; i biscotti, morbidissimi a dispetto del loro nome, hanno colore variabile dal nocciola al bianco (come i sassi appunto) e nei vari gusti utilizzano i prodotti tipici del territorio pratese: dall'olio del frantoio di Sofignano alla farina di castagne della Val Bisenzio al vin santo della zona del Carmigano;

- i Carmignanini invece, prodotti naturalmente nel comune di Carmignano, utilizzano un prodotto tipico della zona, i fichi secchi; si tratta di biscotti di pasta frolla, realizzata con farina di riso, farciti con fichi ammorbiditi nella composta naturalmente di fichi.
 




di Redazione 4