Matelica (Macerata): Prodotti


 

Miele

Il miele, che viene raccolto nell'Alta Valle dell'Esino tra colline, campi, boschi e corsi d'acqua in un habitat ancora incontaminato, è valso a Matelica la denominazione di Città del miele. Si tratta in particolare di millefiori e monoflorali di acacia e di castagno. Preziosa e rara è melata di quercia, prodotta in esigue quantità ogni 4-5 anni.

 

 

Verdicchio DOC di Matelica

Nella singolare vallata, compresa tra il Monte San Vicino ad est, lac atena dei Monti Sibillini a sud, caratterizzata dalle bizzarrie del Fiume Esino, si estende la zona di produzione del Verdicchio DOC di Matelica. L'ottima esposizione dei vigneti, la costante ventilazione, la luminosità ed il calore contribuiscono a costruire un ambiente ottimale per il ciclo vegetativo della vite. La tecnica culturale più diffusa è quella a spalliera con sistema di allevamento a " Gujot" o "doppio capovolto". La sapiente opera dei produttori, mirata all'esaltazione della "tipicità" e l'uso delle più moderne tecnologie di vinificazione hanno portato il Verdicchio di Matelicaai livelli più alti dell'enologia nazionale.


 

Il Verdicchio di Matelica, limpido, dal colore giallo paglierino, ha un profumo fresco e fruttato con sentori di mela, di biancospino e di ginestra. Il gusto secco e il retrogusto persistente di mandorla amara lo rendono adatto a molteplici abbinamenti.

 

Produttori Verdicchio

 

Belisario
Via A.Merloni, 12
Tel +39 0737 787247
 

Bisci
Via Fogliano, 120
Tel +39 0737 787490
 

Fattoria dei Cavalieri
Via Raffaello, 1
Tel +39 0737 7848590 - 84024
 

Azienda Agricola Filippo Maraviglia
Localita' Pianne', 584
Tel +39 0737 86292

Cell. +39 328 8909407
 

Fattoria La Monacesca
Loc. Monacesca
Tel +39 0733 812602
 

Pro.Vi.Ma.
Viale della Stazione
Tel +39 0737 84013
 

San Biagio
Loc. San Biagio, 32
Tel +39 0737 83997
 

Tenuta Montepulischio
Loc. Montepulischio
Tel +39 0737 787247
 

Vinicola Gagliardi
Via A.Merloni, 5
Tel +39 0737 85661
 

Ciauscolo

 

Questo insaccato che si può spalmare sul pane, questo cibusculum, che oggi è diventato cibo per gourmet , è forse il più particolare, simpatico ed accattivante prodotto locale. Il budello gentile del maiale, chiamato localmente lu ciausculu, riempito di polpa succulenta fornisce originali antipasti e stuzzichini.

 

L'impasto per la preparazione del ciauscolo è costituito da polpa di spalla, rifilatura di prosciutto, lonza, pancetta e in qualche caso anche cotica. La carne tritata per tre volte sempre più finemente fino ad ottenere un impasto quasi cremoso che sarà tanto più morbido quanto più ricco di grasso. Si aggiungono sale , pepe nero , vino e aglio pestato e si insacca nel budello naturale ('ntillu ciusculu ).

 

Inizia quindi la fase di sfumatura cioè di una stagionatura di circa 3 settimane accanto ad un fuoco non troppo alto.

 

Il ciauscolo di Fegato è una variante alla ricetta precedente che prevede l'utilizzo di meno grasso e di fegato e carne di maiale e l'aggiunta, fra le spezie, della buccia d'arancia grattugiata e di noce moscata. Il ciauscolo di fegato è più scuro e più saporito di quello tradizionale : può essere stagionato anche fino a 3 mesi ed ha quindi una consistenza maggiore.



di Redazione 4