Napoli: la bellissima capitale del nostro Sud


Napoli, con oltre 1.000.000 di abitanti è la terza città italiana per popolazione, dopo Roma e Milano. La città si estende sull'omonimo golfo, in posizione centrale tra il Vesuvio, l'area vulcanica dei Campi Flegrei e le isole di Capri, Ischia e Procida .

 

L'area metropolitana, che comprende oltre alla città di Napoli gran parte dell’area attualmente definita dai confini della Provincia, risulta una delle più popolose e densamente popolate dell'Unione Europea con circa tre milioni di abitanti.

 

In questo luogo magico s’intrecciano bellezze e una natura spettacolare, un patrimonio culturale unico, un’economia tradizionale di antica e grande tradizione. Una bellezza che ha da sempre incantato artisti e poeti che l’hanno immortalata in versi e musica.

 

Napoli è anche una città antichissima con oltre ventisette secoli di storia, con un centro storico che è il più vasto d'Europa, estendendosi su una superficie di 1700 ettari, che conserva al suo interno un patrimonio artistico e architettonico di tale rilevanza da essere dichiarato dall'Unesco patrimonio dell'umanità.


 

“Scoprire”Napoli è un viaggio affascinante che è necessario organizzare in modo da percorrerla tutta , perché ogni angolo, strada, mura, monumento disegna un luogo emozionante e misterioso pieno di contraddizioni, che ogni visitatore può leggere a suo modo.

 

Un viaggio che non può prescindere dai luoghi simbolo della città che sono parte integrante della sua storia, della mitologia e delle leggende che l'attraversano, ma che deve includere anche tanti percorsi poco conosciuti, o meglio non conosciuti per il grande numero di luoghi famosi che hanno fatto di Napoli una delle città più amate e visitate

 

Una scoperta che deve partire dalle sue origini che risalgono alla metà del VII secolo A.C. con la prima colonia greco-cumana, formatosi su quel pezzo di terra antistante il mare che è l’isolotto di Megaride, ove ora sorge il Castel dell’Ovo, e il Monte Echia, retrostante l’isolotto.

 

L’Isolotto, oggi chiamato “Borgo Marinai “collegato alla terra ferma e posto direttamente di fronte ai grandi Alberghi del lungomare, è oggi un luogo di grande attrattività turistica e mondana con numerosi ristoranti, bar, night e circoli nautici.

 

 

Da Castel dell’Ovo percorrendo Via Partenope, che prende il nome dall’antica colonia greca, si giunge in Piazza del Plebiscito, una volta denominata Largo di Palazzo, su cui sorge il Palazzo Reale, la maestosa Chiesa di S. Franceso di Paola ed i Palazzi Salerno e della Foresteria.

 

Al Centro della Piazza, sino a pochi anni fa occupata da un grande parcheggio, le statue di Antonio Canova raffiguranti Ferdinando I e Carlo III di Borbone. Superato il Palazzo Reale sorge il bellissimo Teatro S. Carlo, il più antico teatro d'opera europeo riconosciuto dall'Unesco come patrimonio dell'umanità , costruito da Carlo I di Borbone, fu inaugurato nel 1737.

 

La prospettiva che offre al visitatore la vista di Piazza Municipio, immediatamente dopo Il Teatro S. Carlo, con allo sfondo il Vesuvio, il Porto, la Costiera Sorrentina è veramente unica.

 

Al lato della piazza si trova il Castel Nuovo, più noto come “Maschio Angioino”, costruito nel 1279 da Carlo I° d’Angiò ed utilizzato prima come residenza e poi come fortezza, per la sua strategica posizione sul mare.

 

Il Maschio Angioino fu anche un centro di cultura dove soggiornarono artisti, medici e letterati fra cui Giotto, Petrarca e Boccaccio.

 

 

Attualmente è destinato a uso culturale, ospita numerose mostre e avvenimenti teatrali ed è sede del Museo Civico.

 

A nord della Piazza, ove ha sede anche il Comune, alzando lo sguardo sulla collina che sovrasta la città, si scorge il complesso monumentale di Castel S.Elmo e la Certosa di S. Martino, sede di un importante museo sulla storia di Napoli e della sua civiltà artistica.

 

Da Piazza Municipio incamminandosi lungo una delle arterie più famose della città Via Toledo, fatta costruire dal viceré Pedro Álvarez de Toledo nel 1536, si giunge su Piazza Dante da cui si accede tramite la famosa Port’Alba al Centro Storico, cuore pulsante della città, ricca di monumenti e testimonianze di grandissimo livello artistico e architettonico, la città nuova, la greco e poi romana Neapolis.

 

Ancora oggi è possibile intravedere l'ossatura urbana del centro storico, un’area quadrata divisa longitudinalmente da tre strade principali, parallele tra loro (decumani romani) intersecate ortogonalmente da diciotto strade minori (cardi romani), tra tutte Via S. Gregorio Armeno conosciuta in tutto il mondo per essere la strada dei “Pastori“ degli artigiani del presepe napoletano.

 

In quest’area di ca 17.000 mq è concentrato gran parte del patrimonio artistico, architettonico e culturale della città, più di 500 chiese storiche, numerosi conventi e luoghi sacri che conservano dipinti e sculture dei più grandi artisti italiani ed europei.

 

 

Una visita a Napoli non può non passare anche attraverso la sua gastronomia, frutto di quell’intreccio di popoli e civiltà che con essa sono entrati in contatto segnandone la storia, la cultura, le tradizioni, gli usi e il grado di civiltà e di benessere che la città ha raggiunto.

 

(di Dario Colicchio)

 



di Redazione 35