Castelli Romani: dove storia e sapori si fondono


 

Il nome “castelli” sembra derivare dagli edifici che Papi e famiglie patrizie romane possedevano, per la loro villeggiatura.

 

Albano Laziale, Ariccia, Castel Gandolfo, Ciampino, Colonna, Frascati, Genzano di Roma, Grottaferrata, Lanuvio, Lariano, Marino, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Nemi, Rocca di Papa, Rocca Priora, Velletri sono tutti ricchi di storia, di laghi e di squisiti sapori.

 

 

I prodotti tipici dei Castelli Romani possono soddisfare i palati più esigenti offrendo vari tipi di pane, di Lariano o di Genzano, ortaggi, legumi, salumi, la porchetta di Ariccia, la Pupazza, il pan giallo, il pan pepato, i biscotti degli sposi e le ciambelline al vino e …

 

 

E come non parlare del vino? Siamo abituati a leggere sulle etichette delle migliori bottiglie di vino i nomi dei Castelli Romani, Marino, Frascati, in prevalenza vini bianchi, ma con ottimi rossi.


 

 

Molteplici sono le occasioni per visitare cantine aperte al turista attento che cerca di scoprire la genesi di tutti i sapori nascosti, che ruotano intorno ai luoghi in cui è prodotto e alle scelte di chi lo produce.

 

(di Nicoletta D'Alessandro)



di Redazione 35