Valeggio sul Mincio (Verona): cultura, sport e relax nell'entroterra gardesano


Pro Loco Valeggio sul Mincio
Piazza Carlo Alberto 32, Valeggio sul Mincio - 37067 (Verona)


 

Valeggio sul Mincio (Verona) -

 

Lasciando le rive luccicanti del Lago ed addentrandosi nell'immediato entroterra gardesano si resterà piacevolmente sorpresi, tante sono le attrattive di un territorio davvero ricco di risorse.

 

Valeggio sul Mincio (Verona), comune che conta circa 15.000 abitanti, nasce sul confine tra le regioni Veneto e Lombardia, collocandosi a pochi km dalle splendide città di Verona e Mantova.

 

Valeggio, valle del Mincio

 

Valeggio si trova nella Valle del Mincio, fiume che lo attraversa da nord a sud, dando vita ad un paesaggio naturalistico fatto di anse, specchi d'acqua e canneti che offrono rifugio a molte specie di uccelli.

 


La vicinanza con il lago di Garda e tre diverse città (Brescia, oltre alle già menzionate Verona e Mantova) rende Valeggio un luogo privilegiato per chi desidera trascorrere una vacanza tra cultura, gastronomia tipica e genuina e tanta splendida natura.

 

Ricco di luoghi di interesse, Valeggio sul Mincio unisce alle proprie risorse storiche e naturali anche una serie di eventi che nel corso dell'anno richiamano l'attenzione di migliaia di persone.

 

Su tutti citiamo la serata dedicata al “Nodo d'amore”, quando, per celebrare un'antica leggenda, vengono allestiti sul ponte Visconteo due grandi tavolate da 600 metri ciascuna, dove i 4000 fortunati commensali, provenienti da tutta Italia e non solo, sono soliti gustare i famosi Tortellini di Valeggio”.

 

L'imponente Castello Scaligero domina lo scenario dall'alto della sua collina. Della fortificazione medievale rimane oggi intatta solo la Torre Tonda, singolare costruzione a ferro di cavallo. Il resto dell'edificio è stato infatti raso al suolo da un terremoto attorno all'anno mille.

 

Oltre alle chiese e ai palazzi storici, da non perdere è la magnifica Villa Maffei Sigurtà, sontuosa  dimora estiva dei Conti Maffei, signori di Valeggio e di Monzambano già dal 1649, progettata e realizzata su disegno dell’architetto Vincenzo Pellesina (1637-1700) che si ispirò ai più celebri progetti del Palladio.

 

La villa si trova immersa nel verde del Parco Giardino Sigurtà, una delle realtà botaniche e paesaggistiche più belle d’Europa e diventato una meta turistica di grande richiamo.

 

Una tappa obbligata è senza dubbio Borghetto, incantevole borgo medievale che, seppur molto piccolo, racchiude in sé diversi motivi storici, paesaggistici e monumentali che lo rendono interessante.

 

Il Mincio ed il paesaggio circostante, il ponte in legno che unisce le due rive, la chiesa parrocchiale di San Marco, i resti dei caratteristici mulini ad acqua, la bastia che fu prima dei monaci di S. Zeno e poi degli Scaligeri.

 

Costeggiando le rive  del Mincio si possono trascorrere piacevoli giornate  immersi nella quiete e nei colori di un ambiente naturale fra i più emozionanti, tanto che Borghetto è annoverato nel Club dei Borghi più belli d’Italia.

 

Per chi invece ama lo sport, la Valle del Mincio e la zona collinare che la circondano si prestano magnificamente per lunghe passeggiate ed escursioni in bicicletta (oppure a piedi o a cavallo) lungo le numerose stradine di campagna che si inoltrano nel verde.

 

Proprio da Borghetto parte una pista ciclabile che, sempre seguendo il corso del fiume Mincio, permette di raggiungere, in direzione Nord, Peschiera ed il Lago di Garda, distante circa 15 Km e, verso Sud, i Laghi di Mantova.



di Valeria Ferrari