Il Parco della Vena del Gesso Romagnola (Ravenna e Bologna): "Da non Perdere ..."


Il Parco della Vena del Gesso Romagnola +


 

Centro Visita Ca' Carnè


Siamo sulla strada che da Brisighella conduce fino a Riolo Terme, passando per Zattaglia. Siamo all’ingresso del Centro Visita Ca' Carnè.


Da questa posizione la vista panoramica è molto ampia e nei giorni di cielo terso consente di individuare, oltre il Rifugio (Centro visite immerso nel verde), la catena gessosa con la mole di Monte Mauro e, in successione, gli abitati di Riolo Terme e Castel Bolognese, la Pianura Padana fino al Mare Adriatico e ai Colli Euganei, addirittura le Prealpi V eronesi.

 

Museo geologico all'aperto del Monticino, foto di Massimiliano Costa


Il Centro Visita è un’oasi verde incastonata tra lo spaccato gessoso di Rontana e quello di Castelnuovo, sul territorio del Comune di Brisighella.


La superficie del Centro Visita, estesa su 44 ettari, si offre ai visitatori con una vegetazione caratterizzata da ampie zone boschive di quercia (la roverella), di carpino nero ed ornielllo, di acero e sorbo in un alterno succedersi con aree coperte da arbusti ed altre presenze tipiche del sottobosco (il raro borsolo e diverse specie di felci).


L’intervento umano, fin dagli anni Trenta del ‘900, ha inserito conifere, come Pino nero e Cipresso, per rimboschire.
Ma oltre la quinta di questa lussureggiante e varia vegetazione, il Centro Visita nasconde ambienti sotterranei che solo esperti speleologi possono visitare: sono grotte, abissi, inghiottitoi che svelano la lunga e persistente attività carsica connessa alla presenza maestosa della Vena del Gesso.


Ingresso Centro Visita Carné, foto di Massimiliano CostaTra le viscere della terra l’esplorazione ha rivelato imponenti colate stalattitiche e preziose cristallizzazioni di gesso, così come si sono individuate importanmti colonie di pipistrelli.
 

Il Centro offre numerosi servizi e attrattive per i visitatori: punto informazioni del Parco; Museo della Fauna della Vena del Gesso; rifugio con ristorante, bar e con alcune stanze da letto; aree picnic; Capanna Scout (edificio di appoggio per i campi estivi degli Scout o di gruppi organizzati).

 

Il Centro Visita Cà Carnè è energeticamente autonomo ed è stato definito una vetrina delle fonti rinnovabili.

 

Il Centro Visite Palazzo Baronale

 

Il Centro Visite Palazzo Baronale (I Gessi e il Fiume) si trova nel centro del paese di Tossignano, nucleo abitato costruito direttamente sulla Vena del Gesso.

 

Si trova all'interno del Palazzo Baronale, edificio del sedicesimo secolo con giardino in splendida posizione panoramica sulla Vena, da cui è possibile connettersi alla rete dei percorsi del Parco.

 

Presso il centro si trova un'esposizione sugli aspetti naturalistici della Vena del Gesso e il Museo della Cultura Materiale, con strumenti legati alle tradizionali attività agricole ed estrattive; le dotazioni del centro sono completate da laboratorio didattico e biblioteca specializzata.

 

Nella stessa piazza di Tossignano si affaccia l'Ostello dei Gessi, posto a poche decine di metri dal Centro Visita, all'interno del cosiddetto Palazzo Pretoriale.

 

La Tanaccia, foto di Massimiliano Costa

 

La Tanaccia

 

Visitando la Grotta Tanaccia si entra nel Parco della Vena del Gesso nel vero senso della parola, esplorando la grotta con la visita speleologica guidata che è possibile prenotare presso il Centro Visita Ca' Carnè.

 

La facile escursione speleologica dura circa un'ora e attraversa varie sale scavate nel Gesso dal limpido torrente sotterraneo, mostrando l'incanto delle originali forme carsiche come pendenti, colate stalattitiche e concrezioni mammellonari. 


Forra del Rio Basino, foto di Piero Lucci

 Monte Mauro

 

Con i suoi 515 metri, la vetta di Monte Mauro è la più elevata della Vena del Gesso Romagnola ed il sito di maggiore interesse naturalistico e paesaggistico del Parco.

 

Le tre cime del monte sono incastonate in un vasto e selvaggio sistema di rupi e doline,fittamente ricoperte da vegetazione arbustiva ed arborea.

 

La maestosa rupe meridionale presenta spettacolari panorami e interessanti popolamenti vegetali rupicoli.

 

Un percorso ad anello di 11 km (circa 6 ore di cammino) aggira in monte ed interessa l'intero affioramento tra le Valli dei Torrenti Sintria e Senio, in un itinerario che è il più completo ed affascinante del Parco e permette di scoprire tutti gli aspetti salienti.

 

 

Riva di San Biagio

 

La Riva di San Biagio è il baluardo gessoso più lungo: si sviluppa ininterrotta per oltre 5 km, da Borgo Rivola a Tossignano.

 

Per apprezzare lo spettacolo delle imponenti bancate di gesso che si ergono dalle colline circostanti, si consiglia di percorrere la panoramica Strada della Lavanda, che collega la Valle del Senio, poco prima di Casola Valsenio, con la Valle del Santerno presso Fontanelice.

 

logo





Scrivi a "Il Parco della Vena del Gesso Romagnola +"

Nome:
Email:
Telefono:
Richiesta: