Mondavio (Pesaro e Urbino): Cenni Storici


Comune di Mondavio
Piazza G. Matteotti 2, Mondavio - 61040 (Pesaro-Urbino)

(vedi mappa)
Mostra il telefono
Mostra il fax
Email: info@mondavioturismo.it
Web: http://www.mondavioturismo.it


 

 

Mondavio, adagiato su una collina a 280 m sul livello del mare, con vedute che si dispiegano fra l’Adriatico e l’Appennino, lo splendido centro storico è fra i meglio conservati delle Marche. La sua conformazione urbanistica si ispira ai canoni architettonici della Città come “Corpo Vivente” di Leonardo e di Francesco Di Giorgio Martini. Il complesso Rocca-Piazza-Municipio-Chiesa ne è il capo, il corso Roma il tronco e le vie collegate gli arti.

 


Risaltano due notevoli palazzi gentilizi , la Residenza dei Della Rovere in Piazza Matteotti e Palazzo Giorgi in Corso Roma. Affascinanti le suggestive vie minori con incantevoli cortili e piazzette...


L’origine di Mondavio è piuttosto incerta, la tradizione lo fa risalire dal toponimo Mons Avium cioè monte degli Uccelli di lirica e francescana memoria cui si salderebbe la notizia che il borgo sorse intorno al Convento Francescano su un terreno che la famiglia Ricci aveva donato a San Francesco.



Altri ritengono che il borgo sia stato fondato da esuli romani arrivati da Suasa, in seguito all’invasione e alla distruzione da parte di Alarico Re dei Goti nel 409, l’anno prima del Sacco di Roma.


Ma realmente il primo documento in cui compare Mondavio è una bolla papale del 1178 e poi ancora un registro Vaticano anteriore al 1289.

 


 

L’esistenza in questo comune di un Castrum, cioè di un centro fortificato e di un Cassero, è testimoniata nel 1316, quando all’interno del comune si firma la pace tra Fano e Fabriano.
La sua gloriosa storia si scandisce tra numerose contese e guerre di conquista fra le diverse nobili famiglie del Rinascimento italiano dagli Sforza ai Malatesta, ai Piccolomini e infine ai Della Rovere, essendo in una posizione geografica strategica tra l’urbinate e il senigalliese.
 

Il momento di maggior sviluppo e ricchezza di Mondavio coincide con la reggenza di circa centotrent’anni della famiglia Della Rovere unita alla famiglia Montefeltro a seguito del matrimonio tra Giovanni Duca di Mondavio e Giovanna, figlia di Federico da Montefeltro di Urbino.



di Redazione 1