Il Parco del Basilico (Genova): …al mare attraverso le cartiere


 

Il nostro percorso, dopo l'Acquasanta prosegue verso il passo del Turchino; scendendo poi di nuovo verso Voltri si costeggiano i molteplici insediamenti delle cartiere che caratterizzano questa altra valle del Groxesio (affluente di destra del Leira), lungo il percorso del quale si registra la massima concentrazione di edifici da carta, identificato come l'originario e principale polo di insediamento cartario voltrese.


Quindi attraverso il paese di Mele, ritorniamo al mare su Voltri, località a cui fa capo l'attività cartaria a partire dal sec. XV, Parte integrante di un territorio vocato a questa attività per sue caratteristiche di clima e di esposizione, ebbero nel passato enorme sviluppo grazie alla ventosità e alla "turbolenza", del vento stesso, grazie alla proverbiale abbondanza d'acqua e la sua costanza, grazie alla posizione di sbocco verso il mare come scalo marittimo e terrestre, e per la sua posizione di sbocco di due valli Cerusa e Leira che furono le più importanti direttrici "interne" dei traffici e di collegamento con l'Oltregiogo e la Pianura Padana.




di admin