Mestolo a Caraffa del Bianco (Reggio Calabria)


Comune di Caraffa del Bainco

(vedi mappa)
Mostra il telefono
Email:


Testo e disegni di Nino Sergi -

 

Il belllissimo borgo di Caraffa del Bianco fa parte del territorio della città metropolitana di Regio Calabria. Mestolo, girovagando come al solito, lo individua su di una dolce collina alle pendici della grande montagna dell’Aspromonte, a circa 350 sul livello del mare, affacciato sull’azzurrissimo mar Ionio. Le sue origini, probabilmente, risalgono al XVI secolo e sono legati alla famiglia Sotira e al Principe di Roccella, marchese di Castelvetere, Fabrizio Carafa, che gli ha dato il nome Caraffa.

 

Mestolo a Caraffa del Bianco

 

Nel 1864 assume l’attuale denominazione, Caraffa del Bianco, per distinguerlo da Caraffa di Catanzaro. Il centro storico si adagia dolcemente sul terreno che ne segue la morfologia ed è circondato da una sfavillante vegetazione composta da castagneti, ciliegi, querceti e grandi distese di ulivi secolari. Tortuosi e stretti vicoli s’inerpicano tra i dislivelli dell’abitato e vanno a confluire, come piccoli rivoli, in diversi slarghi che danno vita ad eleganti e accoglienti piazzette.


 

Mestolo a Caraffa del Bianco

 

Gli edifici sono gli uni attaccati agli altri, lasciando soltanto due punti di vista aperti sul panorama, la Chiesa Vecchia e il Pizzo. Da lì si gode di una bellissima la vista, che spazia da Capo Stilo a Capo Spartivento.

 

Mestolo a Caraffa del Bianco

 

Il nostro amico cuoco passeggiando nella zona denominata Pizzo, si sofferma sulla incantevole Chiesa Matrice dedicata a Santa Maria degli Angeli; l’edificio sacro fu edificato nel XVII secolo; miracolosamente, ancora, si possono ammirare le forme originarie.



di Redazione Calabria