A spasso con Mestolo a Camini (Reggio Calabria)


Comune di Camini

(vedi mappa)
Mostra il telefono
Email:


Testo e disegni di Nino Sergi -

 

Nella parte alta della fascia Ionica costiera della città metropolitana di Reggio Calabria, a circa 300 metri sul livello del mare, Mestolo avvista il borgo antico di Camini, collocato su di uno sperone roccioso circondato da distese di uliveti e vigneti che caratterizzano il sito come luogo ameno.

 

A spasso con Mestolo a Camini

 

Il suo nome deriva dal greco Kaminion che significa camino o fornace, perché nel passato nel suo territorio vi erano presenti molte fornaci che producevano ceramica. Le sue origini risalgono, probabilmente, al VII secolo. In età moderna appartenne come università al Governo di Stilo, con il nome di Caminio. Durante il periodo della Repubblica Partenopea, Camini fu inserito nel cantone di Satriano. Nel 1806 per volere di Giuseppe Bonaparte, che diede fine al feudalesimo, divenne libero e autonomo comune.


 

A spasso con Mestolo a Camini

 

Il nostro amico cuoco ci conduce, adesso, alla scoperta delle bellezze architettoniche e artistiche di Camini a cominciare da “a Turri” (la Torre) edificio monumentale, posto dentro il centro storico, risalente al XVI secolo. Nella località detta Ellera vi sono altre due torri da visitare: Torre Placarite e Torre Vedera.

 

A spasso con Mestolo a Camini

 

Ritornando in paese da vedere la chiesa madre dedicata a Santa Maria Assunta in Cielo eretta nel XII secolo e al cui interno conserva degli artistici affreschi di notevole bellezza. Merita, anche, una visita, un pozzo risalente al secolo XI che si trova nei pressi di una villa padronale nella contrada chiamata San Leonte.



di Redazione Calabria