A spasso con Mestolo ad Anoia (Reggio Calabria)


Comune di Anoia

(vedi mappa)
Mostra il telefono
Email:


Testo e disegni di Nino Sergi -

 

Il borgo di Anoia fa parte della nuova “città metropolitana di Reggio Calabria”. Si trova a circa 200 metri sul livello del mare e secondo lo storico ricercatore Rohlf il nome, di origine greca, ha come significato “alto”, nel senso di “luogo posto in alto.” Il nostro Mestolo ci racconta che le sue origini risalgono presumibilmente al periodo della Magna Grecia, quando dalle sponde elleniche partirono masse di coloni per fondare delle città lungo la costa Ionica calabrese.

 

A spasso con Mestolo ad Anoia

 

Con molta probabilità a fondare Anoia furono coloni provenienti dalla città di Locri con l’intento di espandere i loro confini dalla costa all’entroterra. A confermarne la tesi vi sono i numerosi ritrovamenti di monete locresi sul territorio di Anoia.


 

A spasso con Mestolo ad Anoia

 

Tra le bellezze architettoniche custodite dal grazioso e garbato paese vi sono diverse chiese e l’amico cuoco ci invita ad iniziare la loro conoscenza dalla chiesa dedicata alla Madonna del Carmine. L’edificio sacro, ex chiesa di San Nicola, fu edificato nei primi anni del 1500 e dopo i danneggiamenti subiti durante il terremoto del 1783 fu ricostruita nel 1803. Di particolare pregio è l’altare maggiore realizzato dallo scultore di Polistena Vincenzo Jerace. La chiesa, intitolata a San Sebastiano, risale al 1600 e conserva al suo interno una artistica statua in legno di San Sebastiano, ottocentesca, realizzata da alcuni artisti provenienti dalle Serre.

 

A spasso con Mestolo ad Anoia

 

Di grande suggestione è la chiesa della Madonna dell’Assunta che si trova ad Anoia Superiore; seppur di modeste dimensioni, presenta un’ampia ed elegante cupola che rappresenta un punto focale per tutti i paesi vicini.



di Redazione Calabria