A spasso con Mestolo a Pietrafitta (Cosenza)


Testo e disegni di Nino Sergi -

 

Pietrafitta è un piccolo comune appartenete alla provincia di Cosenza. Mestolo lo individua su di un alto poggio che anticipa il grande massiccio della Sila a circa 700 metri sul livello del mare. Il nome, secondo gli studiosi, deriverebbe da un particolare tipo di roccia che si trova nelle vicinanze.

 

A spasso con Mestolo a Pietrafitta

 

Le sue origini sono sconosciute ma sicuramente antecedenti all’arrivo dei molti abitanti cosentini, avvenuto nel IX secolo e in cerca di riparo dalle incursioni arabe. Nel 1189 il borgo fu scelto dall’abate Gioacchino da Fiore come suo luogo di permanenza; vi rimase per dodici anni fino a quando venne a mancare, in località Canale, dove si era recato per seguire i lavori della ricostruzione di un convento operati da alcuni suoi seguaci.


 

A spasso con Mestolo a Pietrafitta

 

Il nostro amico cuoco lo troviamo, al centro di Pietrafitta, ammirato dinanzi alla chiesa parrocchiale intitolata a San Nicola di Bari. Il manufatto sacro ha origini molto antichi ma nel tempo ha subito numerosi interventi di restauro con conseguenti modifiche strutturali e architettoniche. Conserva ancora un artistico portale risalente al 1400. Spettacolare è il bel campanile che si innalza in posizione staccata rispetto al complesso architettonico. L’interno è diviso in tre navate e conserva un magnifico soffitto a cassettoni di legno.

 

A spasso con Mestolo a Pietrafitta

 

Da vedere sono anche: un antico altare in pietra, un’acquasantiera in tufo realizzata nel 1742, dipinti su tela del 1700 e altri del 1900. Altro luogo d’interesse a Pietrafitta è la chiesa dell’Immacolata, oggi di Sant’Antonio, che ospita un grazioso crocefisso in legno attribuito al frate Angelo da Pietrafitta.



di Redazione Calabria