Birrificio Grado Plato di Chieri (Torino): L'azienda e la birreria





L'Azienda

Il Birrificio Grado Plato nasce nel 2003 a Chieri come Brewpub dalla fantasia e creatività di Sergio Ormea, artigiano - artista, appassionato a tal punto da non fermarsi alla ricerca della perfezione come birraio, ma studiarne tutte le possibili applicazioni e trasformazioni nella cucina.

 

Grado Plato - Sala cottura

 

Le prime birre vengono prodotte esclusivamente per il consumo del locale, successivamente, con l'aumento delle tipologie di birra proposte, inizia anche la produzione in bottiglia.

 

Nel 1994, Sergio Ormea si malta in casa l'orzo per produrre la sua prima "all grain"; da allora l'idea di produrre una birra veramente radicata in tutte le sue materie prime al territorio di Chieri non lo ha più abbandonato.

 

L'occasione propizia per concretizzare questo vecchio progetto nasce dall'incontro con il prof. Alberto Caudana, insegnante all'istituto d'agraria a Chieri e all'Università di Asti. Queste ultime hanno permesso di utilizzare didatticamente i terreni (situati in una posizione incantevole tra le colline dei Comuni di Chieri, Pino Torinese e Pecetto) per la coltura della materia prima dando vita a questo sogno inseguito da tempo.

 

Con il coinvolgimento attivo degli studenti si sono tenuti incontri in cui si è approfondita la parte tecnico-teorica relativa alle materie prime, il processo di maltazione, la saccarificazione e la fermentazione del mosto, fino alla maturazione del prodotto finito.

 

Con l’aumento delle richieste alla fine del 2008, diviene indispensabile avere uno spazio dedicato alla produzione che si trasferisce a pochi km dal Castello di Montaldo Torinese.

 

Si decide quindi di trasferire la produzione della mitica birra di Sergio Ormea in locali necessariamente più grandi per rispondere alle sempre maggiori richieste nazionali ed internazionali e di separarla dalla birreria, dove passare serate pasteggiando e degustando la birra artigianale. 

 

Il 2009 vede, quindi, non solo il trasloco vero e proprio delle infrastrutture ma anche lo sviluppo della possibilità dell’offerta, mantenendo rigorosamente inalterate le qualità tipicamente artigianali che contraddistinguono le birre.

 

Forno Pizze Grado palto

 

La Birreria

Il locale è molto accogliente; una delle sale si affaccia su uno spazio ampio che ospita un bancone ed un forno per le pizze, accoppiamento ideale con le birre servite sia alla spina che in bottiglia.

 

La particolarità del locale, oltre ovviamente alla birra in tutte le sue forme, dalla bionda "Sveva", alla accattivante rossa  "Strada San Felice", alla sorprendente stout "Chocarrubica" (che è stata premiata con la medaglia di platino 2010 del Mondial de la Biere di Strasburgo), consiste nell'offerta di piatti classici e di specialità artigianali tipo: pizze, lumache e cipolline bianche alla Birra, servite con polenta o pane tostato.

 

Apertura serale dalle ore 19.00 alle 3 di notte. Chiuso il lunedì.