Le Tamerici


La passione per i fornelli ha distolto la fantasiosa Paola Calciolari dall’attività di farmacista, ma l’esperienza le è tornata utile anche nel nuovo ruolo, dove occorre trovare e mantenere gli equilibri con i frutti, le verdure, gli zuccheri, gli aceti balsamici, i vini…

 

L’antica corte agricola di San Biagio, nella campagna mantovana, è diventata sede della moderna azienda “ Le Tamerici” ed è un brulicare di idee che sono tradotte in fatti: i corsi organizzati e tenuti da Paola e dallo chef Gianfranco Allari, spesso con la collaborazione di illustri personaggi del mondo enogastronomico, coinvolgono allievi di ogni età.

 

Anche da questi laboratori nascono le idee per i nuovi prodotti e migliorare quelli che già ci sono. Si alternano preparazioni di risotti, carni, pesci, cioccolato, formaggi e per ogni preparazione, c’è la sfida dell’abbinamento con le conserve e gelatine della casa: se manca qualcosa lo si inventa, la ricca e generosa campagna circostante produce quanto occorre, si tratta solo di elaborare l’idea.


 

Sono riutilizzati gli antichi frutti come la mela Campanina e l’Anguria Bianca, la zucca ed i pomodori verdi, tutti i prodotti sono raccolti freschissimi e sani, perciò preservano profumi e colori nonostante siano messi in vasetto senza aggiunta di additivi, conservanti, addensanti, antiossidanti. Inoltre i prodotti sono biologici con certificazione ICEA dal 2005.

 

Raffinate conserve, mostarde e gelatine che soddisfano abbinamenti con i bolliti, con i formaggi stagionati, rispondono ad esigenze di merende, colazioni e sono occasione di regali anche per l’eleganza delle loro confezioni.

 

Delizie che viaggiano per il mondo.



di Redazione 4