Salone del Gusto e Terra Madre 2014: ultime novità da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino


Slow Food


A cura di ANDREA DI BELLA


Al via il countdown per il Salone del Gusto e Terra Madre 2014. Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino, organizzatori dell’evento, hanno presentato le news, il parterre dei protagonisti e gli appuntamenti che coinvolgeranno la città metropolitana per tutto il mese di ottobre.


E proprio oggi si parte con l’inaugurazione, in piazza Carignano, di “Terra Madre secondo Oliviero Toscani”, una straordinaria mostra fotografica en plein air. I cibi salvati da Slow Food, che arrivano da tutto il mondo, affiancano i volti incontrati da Oliviero Toscani nei suoi numerosi viaggi. Cinquantotto scatti sui prodotti dei Presìdi Slow Food e dell’Arca del Gusto, per una straordinaria mostra fotografica en plein air.


I volti sono paesaggi umani e ognuno di essi ha una particolare bellezza. Insieme possono rappresentare un grande atlante antropologico, una grande fabbrica sociale, un lucido ritratto del tempo. Lo stesso vale per il cibo, che è espressione di libertà, diversità e umanità. Dietro ad ogni cibo c’è un territorio, un racconto, un volto". La mostra è visitabile dall’8 al 31 ottobre 2014.


Petrini e Toscani - da www.salonedelgusto.it/terra-madre-oliviero-toscani/

 

Un nuovo progetto, orientato alla tutela dell’ambiente, è stato sviluppato con il coordinamento scientifico dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Si tratta del Systemic Event Design.


“Rinnovando l’impegno verso il territorio e l’ambiente grazie al progetto di evento a ridotto impatto ambientale, quest’anno lanciamo una nuova sfida». Così Franco Fassio, Docente di Ecodesign della Gastronomia, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche. “Il nuovo progetto vuole agire anche sugli aspetti della sostenibilità a livello sociale, culturale, sensoriale ed economico nelle prossime tre edizioni. Ecco quindi molte nuove iniziative, tra cui Gesti Naturali, il laboratorio dedicato a famiglie di diverse nazionalità in cui si utilizzano tutti i sensi per superare le barriere linguistiche, il Percorso guidato per sordi in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi del Piemonte, le attività e i servizi del Salone family friendly e la presenza dell’Area Slow Kids, dedicata ai più piccoli”, continua Fassio.


“Mai come in questa edizione del Salone del Gusto e Terra Madre abbiamo la responsabilità di fare bene e di trasmettere i messaggi che ci arrivano dalla rete”. Daniele Buttignol, segretario generale di Slow Food Italia, descrive l’evento. “E questo perché viviamo un momento storico e sociale davvero delicato. In Italia, con la crisi economica accentuata dall’embargo russo e dai fattori climatici, e all’estero con l’epidemia di ebola e le troppe guerre che devastano Europa e Medio Oriente. Situazioni solo apparentemente lontane, che in realtà ci coinvolgono direttamente e ci pongono di fronte a scelte difficili”, continua Buttignol.

 

Il riferimento all’Africa è chiaro: da sempre questo continente è al centro dei progetti di Slow Food e quest’anno si aspetta a Torino la delegazione più numerosa di sempre. “Pur a malincuore, non ci saranno i delegati provenienti dai Paesi colpiti dal virus. Questo non significa che li stiamo abbandonando, anzi: siamo in contatto costante con i nostri referenti, a cui inviamo aiuti economici, cibo e medicinali. Ecco allora che questo evento sarà anche e soprattutto per chi sarà a Torino ma anche per chi non ci sarà, per raccontare le loro storie e far sentire la loro voce. Solo così si rafforzerà quella diplomazia del cibo di cui la rete di Terra Madre è la vera rappresentante”, conclude Buttignol.


Questa è una manifestazione che sta molto a cuore alla Regione Piemonte. Le parole di Buttignol descrivono il mondo in cui vorrei i miei figli vivessero, in cui si parla di biodiversità, del ridare centralità alle storie personali, di consapevolezza, responsabilità e cibo come prodotto e non come merce”, esordisce Antonella Parigi, Assessore alla Cultura, Turismo della Regione Piemonte. “Ecco, questa è la mia idea di cultura: Slow Food ci ha insegnato a capire chi siamo davvero nei nostri territori, qual è l’asse su cui muoverci se vogliamo essere competitivi a livello globale. Bisogna lavorare insieme e difendere la nostra identità: per questo sono molto grata alla concezione del mondo che sta dietro Slow Food, ancora più importante dell’impatto economico che la manifestazione ha sul territorio”.


“Spesso non ci si rende conto che una manifestazione come questa richiede una passione e una dedizione continua, che poi si manifesta in 5 giorni. È necessario un impegno costante per tenere viva questa rete, affrontando problemi reali e complicati”, afferma Maurizio Braccialarghe, Assessore alla Cultura e Turismo della Città di Torino.

 

“La confluenza tra Salone del Gusto e Terra Madre era un passaggio naturale, da un lato avevamo le eccellenze dell’enogastronomia e dall’altro il senso della rete, di rapporti con le comunità e con un certo tipo di logica non massificante da grande industria alimentare. Questo è il mondo in cui c’è un’attenzione ai temi della sostenibilità, della responsabilità verso ambiente e culture. Torino è diventata nel tempo una reale capitale mondiale del cibo, in cui si bada all’essenza e al suo significato più profondo, e questo è uno degli asset principali della nostra identità sul territorio. Quest’anno più che mai l’evento coinvolge tutta la città di Torino, con la mostra di Oliviero Toscani e le molte iniziative organizzate fuori dal Lingotto. Il 2014 deve essere la vera apertura della riflessione sul tema dell’alimentazione in vista di Expo 2015. Sono sicuro che anche il Salone del 2016 saprà raccogliere le sfide lasciate dopo Expo”.


Molte le istituzioni presenti all’evento torinese: il Ministero dell’Ambiente, il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, gli assessori regionali all’agricoltura di tutta Italia. Anche la Commissione Europea è presente in forze grazie alla partecipazione delle Direzioni Generali Ambiente, Salute e Consumatori, Agricoltura e Sviluppo Rurale, Mare e Affari Marittimi.


Tutti a bordo! L’Arca del Gusto sta arrivando.

 



di Andrea Di Bella




Non dimenticare di guardare anche...

Chiuso a Milano Terra Madre Giovani – We Feed The Planet: Gioia ed emozioni per i Giovani Contadini

Presìdi internazionali Slow Food: le novità del prossimo Salone del Gusto e Terra Madre di Torino

Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, è Ambasciatore Speciale della FAO in Europa per Fame Zero

Il film “Domani” disponibile in DVD e Blu Ray, con il patrocinio di Slow Food Italia

“Cheese 2013” chiude con la laurea honoris causa a Ermanno Olmi: successo e speranze per una nuova economia contadina

Perché visitare “Terra Madre Salone del Gusto” di Torino

“Il cibo in Tv è solo diffusa pornografia alimentare”. Così Carlin Petrini alla presentazione del Salone del Gusto e Terra Madre 2014 di Torino

Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino: già 1000 posti letto messi a disposizione dalle famiglie piemontesi

Terra Madre Giovani: 2500 contadini da 120 Paesi del mondo a Milano per discutere il futuro del cibo

Terra Madre Salone del Gusto fuori dal Lingotto: l’edizione 2016 a fine settembre nel cuore di Torino

Slow Food: nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione adottiamo un orto in Africa

“Raccogliamo i frutti di un’avventura che ha attraversato gli oceani” così Carlin Petrini presenta Terra Madre Salone del Gusto 2016 a Torino

"Slow Food Day" per spegnere le 30 candeline del movimento: festa in tutte le piazze d’Italia!

Partnership tra Slow Food ed Expo 2015: un accordo in nome della biodiversità e della lotta alla malnutrizione

28 Ministri dell’Agricoltura dell’UE incontrano i prodotti dei Presìdi o dell’Arca del Gusto di Slow Food, all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo-Bra (Cuneo)

Fermati da Stratta e… bevi un “Caffè selvatico della foresta di Harenna”, Presidio Slow Food, giovedì 25 settembre 2014 a Torino

Osterie d’Italia 2016: presentata a Cheese la guida del mangiarbere all’italiana di Slow Food

“Laudato si’”, l’enciclica del Papa vista da Slow Food: “Auguriamo possa segnare la vita politica di molti Governi”

Con Slow Food al Salone del Gusto e Terra Madre 2014: dalla “Scuola di Cucina” alla “Fucina di Pane e Pizza”, da “Mixology” ai “Laboratori del Gusto”

Agroecologia, sinergia tra agricoltura e ricerca: il cibo come patrimonio di conoscenze e dell’umanità per cambiare il mondo, all’UNISG di Pollenzo

Cheese 2017 compie vent'anni: per vincere la sfida del latte crudo con Slow Food, a Bra (Cuneo)

Taglio del nastro e via a Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino. Le foto del primo giorno

A Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino ha vinto la partecipazione: condivisione culturale, sociale e politica

Aspettando Slow Fish di Genova: aperitivi, tapas e cene a base di pesce per stuzzicare l’appetito, a Torino

Aspettando Cheese: a Bra (Cuneo) si degustano i formaggi del Regno Unito

Slow Food a Vinitaly: Etichetta narrante per l’olio, a tutela dei consumatori e a difesa dei produttori

Slow Food a Vinitaly 2017 per raccontare, conoscere, bere il vino “buono pulito e giusto”

A Geo Magazine i Presìdi Slow Food del Piemonte: protagonisti il Macagn, formaggio di montagna, e i mieli della Val Maira

Cheese 2015 parte con un rullo di tamburi. Petrini: “Difendere le produzioni locali. No al formaggio col latte in polvere”

Il modello virtuoso del Salone del Gusto e Terra Madre di Torino: le ricadute ambientali, sociali ed economiche sul territorio

Terra Madre Salone del Gusto 2016: l'impatto economico porta 28-38 mln di Euro a Torino. Le ricadute sulla città

Slow Food lancia una grande campagna internazionale per difendere la Biodiversità del Pianeta

Alice Waters, Slow Food Internazionale: “Cibo industriale e fast food affronto alla democrazia”

“Carlo Petrini”, Slow Food e “Pierre Rabhi”, filosofo francese: parole di Terra da un autentico mondo contadino

Terra Madre Day 2014: Samantha Cristoforetti festeggia dallo spazio i 25 anni di Slow Food

Terra Madre Giovani: le voci di Serge Latouche, Nicola Gratteri, Don Luigi Ciotti e Gaetano Pascale

"Terra Madre Salone del Gusto 2016". Petrini: a settembre a Torino ospitiamo gli intellettuali del cibo!

Un nuovo anno con Slow Food: #PrendiamociGusto

Seminiamo la Biodiversità: un progetto di Slow Food. Petrini: “Non consegnare a poche multinazionali il controllo sul nostro cibo”

La rivoluzione sostenibile di Terra Madre Salone del Gusto di Torino: un progetto dell’UNISG di Pollenzo

Terra Madre Salone del Gusto di Torino: Storie di legalità dalle filiere virtuose dell'agroalimentare

Salone del Gusto e Terra Madre 2014: Slow Food punta sull’agricoltura familiare

“Poesia e Utopia vere risorse dell’economia dell’Italia”: così Carlin Petrini apre “Cheese” 2013 a Bra (Cuneo)

L’Arca del Gusto passa da Cheese 2013: con Slow Food e i formaggi di tutto il mondo a Bra (Cuneo)

Stati Generali delle Comunità dell’Appennino: Slow Food e Terra Madre per progettare la montagna che verrà

Rai 2, Università di Scienze Gastronomiche e Slow Food presentano “Signori del vino”: torna in TV la cultura del vino

Salone del Gusto e Terra Madre 2014: testimonianze di lavoro di migranti nel nostro Paese

Al via Terra Madre Giovani. Petrini: “Voi testimoni che questa idea andrà avanti per tanto, tanto tempo”

Slow Food: Urgente dotare il Paese di una legge efficace sul consumo di suolo

10.000 orti in Africa: Slow Food per la Biodiversità e Table for Two firmano un accordo a sostegno del progetto

Ecco le ricette dell'Arca del Gusto di Slow Food, in attesa del Salone del Gusto e Terra Madre di Torino

Presentata a Montecatini Terme Slow Wine 2017: la guida alle storie di vita, vigne, vini in Italia. Un manifesto politico

L’Italia ribadisce il suo no agli Ogm ma l’Europa non si schiera: il parere di Slow Food