Il fenomeno Street Food si fa strada: la GUIDA “Street FOOD 2015" del Gambero Rosso presenta le eccellenze del cibo on the road


Città del Gusto di Torino


A cura di ANDREA DI BELLA

 

Più di 400 indirizzi suddivisi per regione, premi per il Panino dell'anno e lo Street Food da Chef, la nuova sezione per i dolci da passeggio e poi 20 ricette di cibi da strada tradizionali. Alla ricerca del miglior streetfood della Penisola, da nord a sud e viceversa, per disegnare una geografia del gusto e dei sapori che racconta un'Italia tutta da gustare.


In un mondo sempre più veloce il cibo da strada è il compagno di molti italiani, si adegua ai nuovi ritmi pur mantenendo stretto il legame con la tradizione. E’ un veicolo per ridare valore a cibi o alimenti che erano caduti nel dimenticatoio e che sono stati recuperati , grazie anche ad associazioni come Slow Food e Gambero Rosso. E proprio la Guida del Gambero Rosso “Street FOOD 2015”, nella sua seconda edizione, ne è testimonianza. Oltre 400 indirizzi e 20 ricette prêt-à-porter da fare in casa.


 

 

La Guida è stata presentata oggi alla “Città del Gusto” del Gambero Rosso di Torino, alla presenza di un folto pubblico e di diversi titolari di esercizi torinesi e piemontesi che hanno presentato le varie specialità di produzione.


Lo scopo della guida è quello di segnalare le realtà che mantengono alto il livello qualitativo, anche in un prodotto considerato povero. Sono state testate insegne storiche, locali, chioschi e nuovi interpreti di questo cibo così facile da acquistare e da mangiare, per arrivare a censire oltre 400 esercizi – 100 in più della passata edizione della guida - raccogliendo venti ricette di pietanze da strada nazionali, tracciando una panoramica dettagliata su cosa è e dove sta andando lo street food.

 

In collaborazione con Estathè, anche quest’anno compagno di viaggio della Guida, Gambero Rosso è andato alla ricerca dei sapori autentici on the road, del gusto schietto del cibo che non ha bisogno di notevole preparazione e di grande presentazione.


La Guida risulta oltre che gustosa, anche divertente, informale e, da non trascurare di questi tempi, economica (solo € 6,50).


Banchi-cucina nei mercati, food truck, api itineranti: tutto il meglio del cibo dal dolce al salato.


Gambero Rosso ha selezionato per gli appassionati i migliori indirizzi lungo la penisola, dalla classica bottega ai punti vendita più innovativi. Tra gli altri, a Torino un punto Street Food dove si preparano anche cestini per il picnic, Yancuam & Co, in via Galliari, 19!


Una cucina semplice, basata sulla genuinità dei prodotti e sulla loro stagionalità. Tra le novità la sezione dolci da passeggio, dove ovviamente il gelato la fa da padrone, mentre si conferma la scelta di premiare venti campioni regionali che meglio rappresentano la tradizione gastronomica italiana, interpretata in modo ortodosso o innovativo.


Un giro tra gli "Street Food" di Torino:

  • Gofreria Piemonteisa, Frittò, M**Bun, PoorManger, Qualeaty, Yankuam, Taglio, Rivareno

di Alessandria:

  • Caffè dei Parodi, Mordeo, Piedigrotta 2 Express,

di Pinerolo:

  • Io Mangio Gofri

 

La Guida | Street Food 2015 del Gambero Rosso | pp. 232 | Euro 6,50 in edicola, libreria e on line.



di Andrea Di Bella