Ecco le ricette dell'Arca del Gusto di Slow Food, in attesa del Salone del Gusto e Terra Madre di Torino


Slow Food


di ANDREA DI BELLA


Vi proponiamo cinque sfiziose ricette per un giro del mondo in cucina alla scoperta di cinque gustosi passeggeri dell’Arca.


L’Arca del Gusto, lo storico progetto di Slow Food che segnala i prodotti in via di estinzione, ha bisogno di un aiuto concreto da parte di tutti. A Torino una grande Arca accoglierà i visitatori nel cuore del Mercato internazionale dell’Oval, dove ognuno può portare il cibo che vorrebbe far salpare.

 

L’Arca è un catalogo online che raccoglie prodotti appartenenti alla cultura, alla storia e alle tradizioni di tutto il pianeta, denuncia il rischio di scomparsa, invita tutti a fare qualcosa per salvaguardarli. Un patrimonio straordinario di frutta, verdura, razze animali, formaggi, pani, dolci, salumi… L’Arca è solo il punto di partenza per valorizzare questi prodotti, veri tesori della nostra biodiversità: è fondamentale comprarli e mangiarli, raccontarli e sostenere i produttori.


fagiolo sobra

 

All’inizio erano il Peperone quadrato della Motta di Costigliole d’Asti e la Salsiccia di Bra
(Piemonte)
, il Limone di Procida (Campania), il Casu marzu (Sardegna). Oggi sull’Arca ci sono 2000 passeggeri da 60 Paesi e, grazie a decine di segnalazioni spontanee in arrivo ogni settimana, si prevede siano oltre 2000 a fine ottobre. Storicamente è dall'Europa (e soprattutto dall'Italia) che arriva la maggior parte delle candidature, ma dall’ultimo Congresso internazionale di Slow Food stanno crescendo rapidamente gli altri continenti: l'Africa e l'America Latina, in particolare, ma anche la Turchia e l'Estremo Oriente (Giappone e Corea del Sud).


Tra quelli già a bordo ce ne sono molti davvero curiosi, come il sale nero di Boke in Etiopia, il
formaggio a frangia Turkmeno dalla Turchia, il Tè delle foreste di montagna Pu'er dalla Cina, la capra che sviene del Tennessee, il Pane Casabe dell’Ecuador e tanti altri

.
Tutti i prodotti hanno una tradizione più o meno lunga radicata nel territorio, ma per alcuni esistono addirittura dei documenti storici. Don Chisciotte della Mancia, o almeno i personaggi descritti da Cervantes, mangiavano il formaggio Tronchon del Reyno nel 1600. Mentre anche agli Imperatori della dinastia Ming (1368-1644 ) è stato servito il Prosciutto di Heqing.


Iniziamo, allora, il giro del mondo in cucina alla scoperta delle cinque gustose ricette.
Partiamo dai Balcani, dove facciamo conoscenza con il fagiolo sobra, tipico della regione di Strumica in Macedonia. Ha piccoli semi bianchi ed è ricco di proteine, amido, vitamine, minerali. Tradizionalmente è utilizzato per preparare insalate o zuppe, e noi vi consigliamo il Tavce Gravce, piatto nazionale macedone. http://goo.gl/dSqR4V


Scendendo verso Sud, eccoci nel continente africano, dove assaggiamo le polpette di miglio, cereale dalle molte potenzialità e perfetto per una dieta priva di glutine. Il miglio nyankundi è una varietà tipica del Kenya centro-occidentale, tradizionalmente utilizzato per preparare il porridge e l’ugali, una miscela di farina di miglio e acqua servita con verdure o yogurt. http://goo.gl/3UHoSo


Arrivano dall’Indonesia le patate dolci cilembu, vera leccornia locale che, una volta cotte, hanno un sapore particolare e molto dolce, con uno strato zuccheroso simile al miele. La patata dolce cilembu è documentata sin dal 1914, quando l’Indonesia era ancora colonizzata dall’impero olandese. Le avete mai provate in una torta? http://goo.gl/ETQgN8


In Australia assaggiamo il finger lime, agrume dalla forma allungata con chicchi che ricordano perle e dal sapore leggermente più dolce di quello del limone. Coltivato in piccole quantità nella baia di Byron e nel New South Wales, il finger lime rischia però di scomparire con l'avanzare degli allevamenti intensivi e dell'agricoltura industriale. Lo abbiamo immaginato come ingrediente principale di uno dei cocktail più famosi al mondo: la caipirinha. http://goo.gl/U75zfd


Concludiamo il nostro giro del mondo in Ecuador, dove ci aspetta l’amaranto nero, che vanta numerose proprietà: oltre al calcio e la vitamina C, è consigliato a chi soffre di diabete. Nella regione delle Ande l'amaranto è usato nella preparazione della colada morada, una bevanda della tradizione cerimoniale consumata durante la festa dei morti a inizio novembre. Ideale per i celiaci, provatelo nello sformato che abbiamo pensato per voi. http://goo.gl/Vv7G26
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il Salone del Gusto e Terra Madre dal 23 al 27 ottobre 2014 a Torino (Lingotto Fiere e Oval), organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino, in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.

 

 

 



di Andrea Di Bella




Non dimenticare di guardare anche...

“Poesia e Utopia vere risorse dell’economia dell’Italia”: così Carlin Petrini apre “Cheese” 2013 a Bra (Cuneo)

Slow Food: Urgente dotare il Paese di una legge efficace sul consumo di suolo

10.000 orti in Africa: Slow Food per la Biodiversità e Table for Two firmano un accordo a sostegno del progetto

Stati Generali delle Comunità dell’Appennino: Slow Food e Terra Madre per progettare la montagna che verrà

Al via Terra Madre Giovani. Petrini: “Voi testimoni che questa idea andrà avanti per tanto, tanto tempo”

“Cheese 2013” chiude con la laurea honoris causa a Ermanno Olmi: successo e speranze per una nuova economia contadina

Perché visitare “Terra Madre Salone del Gusto” di Torino

Slow Food a Vinitaly: Etichetta narrante per l’olio, a tutela dei consumatori e a difesa dei produttori

Partnership tra Slow Food ed Expo 2015: un accordo in nome della biodiversità e della lotta alla malnutrizione

Cheese 2015 parte con un rullo di tamburi. Petrini: “Difendere le produzioni locali. No al formaggio col latte in polvere”

L’Arca del Gusto passa da Cheese 2013: con Slow Food e i formaggi di tutto il mondo a Bra (Cuneo)

Un nuovo anno con Slow Food: #PrendiamociGusto

La Buona Strada, un progetto di Slow Food Italia di crowdfunding per le aree terremotate del Centro Italia

28 Ministri dell’Agricoltura dell’UE incontrano i prodotti dei Presìdi o dell’Arca del Gusto di Slow Food, all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo-Bra (Cuneo)

Osterie d’Italia 2016: presentata a Cheese la guida del mangiarbere all’italiana di Slow Food

Presìdi internazionali Slow Food: le novità del prossimo Salone del Gusto e Terra Madre di Torino

“Carlo Petrini”, Slow Food e “Pierre Rabhi”, filosofo francese: parole di Terra da un autentico mondo contadino

Alice Waters, Slow Food Internazionale: “Cibo industriale e fast food affronto alla democrazia”

Chiuso a Milano Terra Madre Giovani – We Feed The Planet: Gioia ed emozioni per i Giovani Contadini

Salone del Gusto e Terra Madre 2014: testimonianze di lavoro di migranti nel nostro Paese

A Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino ha vinto la partecipazione: condivisione culturale, sociale e politica

A Cheese 2017, Slow Food lancia un segnale politico forte con gli "Stati generali del latte crudo"

Slow Food a Vinitaly 2017 per raccontare, conoscere, bere il vino “buono pulito e giusto”

Salone del Gusto e Terra Madre 2014: Slow Food punta sull’agricoltura familiare

“Laudato si’”, l’enciclica del Papa vista da Slow Food: “Auguriamo possa segnare la vita politica di molti Governi”

Salone del Gusto e Terra Madre 2014: ultime novità da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino

Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, è Ambasciatore Speciale della FAO in Europa per Fame Zero

Terra Madre Giovani: le voci di Serge Latouche, Nicola Gratteri, Don Luigi Ciotti e Gaetano Pascale

Con Slow Food al Salone del Gusto e Terra Madre 2014: dalla “Scuola di Cucina” alla “Fucina di Pane e Pizza”, da “Mixology” ai “Laboratori del Gusto”

“Raccogliamo i frutti di un’avventura che ha attraversato gli oceani” così Carlin Petrini presenta Terra Madre Salone del Gusto 2016 a Torino

“Il cibo in Tv è solo diffusa pornografia alimentare”. Così Carlin Petrini alla presentazione del Salone del Gusto e Terra Madre 2014 di Torino

Aspettando Cheese: a Bra (Cuneo) si degustano i formaggi del Regno Unito

Terra Madre Giovani: 2500 contadini da 120 Paesi del mondo a Milano per discutere il futuro del cibo

Terra Madre Day 2014: Samantha Cristoforetti festeggia dallo spazio i 25 anni di Slow Food

"Terra Madre Salone del Gusto 2016". Petrini: a settembre a Torino ospitiamo gli intellettuali del cibo!

Il film “Domani” disponibile in DVD e Blu Ray, con il patrocinio di Slow Food Italia

Slow Food: nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione adottiamo un orto in Africa

Fermati da Stratta e… bevi un “Caffè selvatico della foresta di Harenna”, Presidio Slow Food, giovedì 25 settembre 2014 a Torino

A Geo Magazine i Presìdi Slow Food del Piemonte: protagonisti il Macagn, formaggio di montagna, e i mieli della Val Maira

Cheese 2017 compie vent'anni: per vincere la sfida del latte crudo con Slow Food, a Bra (Cuneo)

Rai 2, Università di Scienze Gastronomiche e Slow Food presentano “Signori del vino”: torna in TV la cultura del vino

"Slow Food Day" per spegnere le 30 candeline del movimento: festa in tutte le piazze d’Italia!

Terra Madre Salone del Gusto di Torino: Storie di legalità dalle filiere virtuose dell'agroalimentare

Slow Food lancia una grande campagna internazionale per difendere la Biodiversità del Pianeta

Presentata a Montecatini Terme Slow Wine 2017: la guida alle storie di vita, vigne, vini in Italia. Un manifesto politico

L’Italia ribadisce il suo no agli Ogm ma l’Europa non si schiera: il parere di Slow Food

Terra Madre Salone del Gusto fuori dal Lingotto: l’edizione 2016 a fine settembre nel cuore di Torino

Terra Madre Salone del Gusto 2016: l'impatto economico porta 28-38 mln di Euro a Torino. Le ricadute sulla città

Taglio del nastro e via a Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino. Le foto del primo giorno

Seminiamo la Biodiversità: un progetto di Slow Food. Petrini: “Non consegnare a poche multinazionali il controllo sul nostro cibo”

Aspettando Slow Fish di Genova: aperitivi, tapas e cene a base di pesce per stuzzicare l’appetito, a Torino

Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino: già 1000 posti letto messi a disposizione dalle famiglie piemontesi

Agroecologia, sinergia tra agricoltura e ricerca: il cibo come patrimonio di conoscenze e dell’umanità per cambiare il mondo, all’UNISG di Pollenzo

Il modello virtuoso del Salone del Gusto e Terra Madre di Torino: le ricadute ambientali, sociali ed economiche sul territorio

La rivoluzione sostenibile di Terra Madre Salone del Gusto di Torino: un progetto dell’UNISG di Pollenzo