Giovedì con Stefano Bugamelli: La Spergola, vitigno autoctono di Scandiano


Stefano Bugamelli


I vitigni autoctoni non mancano in Emilia Romagna dove, negli ultimi anni, si è sviluppata una sensibilità nella popolazione e particolarmente nei viticoltori che consente di valorizzarli come elemento che caratterizza il territorio.

 

Inoltre la tecnologia amica dell'uomo, legata a metodologie tradizionali, consente ai produttori più evoluti di elaborare vini di assoluto valore organolettico.

 

È il caso della Spergola di Scandiano, vitigno coltivato in provincia di Reggio Emilia che in questi giorni sta conoscendo un momento particolare di notorietà grazie a un volume che racconta la sua storia e il suo ambiente, "La Spergola di Scandiano: storia, terra, uva, vino". Nel corso del tempo è stato confuso con il Sauvignon, ma poi giustizia è stata fatta e nel 2008 è stato riconosciuto come Denominazione Comunale (De.Co)

 

Scandiano è un'area collinare e pedecollinare ricca di meraviglie gustative come Parmigiano Reggiano, salumi, Aceto Balsamico Tradizionale e non, Lambrusco Reggiano e una cucina sopraffina. Qui, il terreno argilloso ha favorito da molti anni il proliferare dell'industria delle ceramiche ma anche della nostra Spergola. 

 

Il drappello dei cinque vitivinicoltori (Cantina di Arceto, Bertolani Alfredo, Casali Viticultori, Cantina Colli di Scandiano, Tenuta di Aljano) pensano in grande quando si riferiscono al modello del Prosecco; loro sono solo in cinque e non possiedono centinaia o migliaia di ettari di vigneto tali da ricoprire intere province come avviene per il vitigno Glera che origina il vino Prosecco: una forza d' urto unica sotto il profilo della comunicazione e della penetrazione commerciale nei mercati di tutto il mondo.

 

Il vino Spergola è una vera sorpresa per il livello qualitativo raggiunto e si esprime così in ogni tipologia di vinificazione: spumante metodo classico, spumante metodo Martinotti, frizzante, fermo, dolce e passito.

 

Si caratterizza per sapidità e struttura in ogni versione, anche in quella di mosto parzialmente fermentato, una ottima concorrenza ai piemontesi che propongono lo storico Moscato.

 

E' soddisfatta la giovane enologa Caterina Mora che sta impegnandosi con successo nelle spumantizzazioni. L'impiego dei liqueur d'expedition rende la Spergola, che utilizza basi invecchiate anche diversi anni, molto vicina ai sentori degli Champagne.
 




di Stefano Bugamelli




Non dimenticare di guardare anche...

Giovedì con Stefano Bugamelli: L’Olio di Argan, benessere e salute dall’Argania Spinosa

Giovedì con Stefano Bugamelli: lo stress della Vite fa bene al Vino

Giovedì con Stefano Bugamelli: Le Siepi di San Giovanni, nuovo polo agrituristico a Fontanelice (Bologna)

Giovedì con Stefano Bugamelli: il vino Torcolato di Breganze

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Chiesa ha un nuovo Sommelier, Papa Bergoglio

Giovedì con Stefano Bugamelli: la carne equina, buona e discussa

Giovedì con Stefano Bugamelli: “L’oro bianco di Pieve Roffeno”

Giovedì con Stefano Bugamelli: Storie di mare e di montagna al SANA 2014 a Bologna

Giovedì con Stefano Bugamelli: Magis, il manuale di sostenibilità che assicura un futuro migliore al vino italiano

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Panettone d’innovazione, grazie Dario!

Giovedì con Stefano Bugamelli: DegustiBO strumento di qualità per la Comunità del Gusto bolognese

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Peperoncino, la spezia più amata

Giovedì con Stefano Bugamelli: Un Buon Natale 2014 consapevole

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Noce, pianta per rinnovare l'agricoltura

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Kiwi si rinnova con il tricolore

L’altra Venezia: Laguna Veneta e Cavallino

Giovedì con Stefano Bugamelli: in Emilia Romagna è nato il Consorzio Regionale del Pignoletto

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Made in Italy è stile, gusto e tecnologia; ecco Fructae

Giovedì con Stefano Bugamelli: Dromedari e Cammelli, una risorsa alimentare in più

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il professore di Bologna ci ha lasciati

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Melagrana, frutto funzionale per la salute della persona

Giovedì con Stefano Bugamelli: Fiere e parcheggi di Bologna, qualcosa non va

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Bottarga specialità della gastronomia sarda

Giovedì con Stefano Bugamelli: Le "Etichette" consultazione pubblica del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Giovedì con Stefano Bugamelli: Test positivo per il Pignoletto, vino dell'Emilia Romagna

Giovedì con Stefano Bugamelli: Acqua a Bagnacavallo, la città del vino Burson

Giovedì con Stefano Bugamelli: Stile Mediterraneo con i vini autoctoni di Emilia Romagna, Bulgaria e Grecia

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Pignoletto, Vitigno e Vino autoctono dal successo assicurato

Giovedì con Stefano Bugamelli: "Duschbere", il Tortellino di Baku (Azerbaijan)

Giovedì con Stefano Bugamelli: Sono troppo grassi i bambini italiani

Giovedì con Stefano Bugamelli: Je suis Charlie

Giovedì con Stefano Bugamelli: Apicoltori e Agricoltori per la salvaguardia dell’ambiente e della qualità

Giovedì con Stefano Bugamelli: Albana Dèi, la storia di un grande e antico vitigno prosegue

Giovedì con Stefano Bugamelli: Che delizia la panna!!!

Giovedì con Stefano Bugamelli: “TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRVI È FALSO”

Giovedì con Stefano Bugamelli: "Santo Giorno" il formaggio brasiliano che parla bellunese

Giovedì con Stefano Bugamelli: Merano Wine Festival, una marcia in più

Giovedì con Stefano Bugamelli: Viva le nonne per gli italiani a tavola!

Giovedì con Stefano Bugamelli: Un Buon anno 2015, con Expo di Milano sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”

Giovedì con Stefano Bugamelli: Sangiovese di Romagna, vino simbolo di un territorio

Giovedì con Stefano Bugamelli: Gusto e benessere dagli agrumi

Giovedì con Stefano Bugamelli: Dalla Sardegna il formaggio per chi soffre di colesterolo alto