Italia Bella: Palena (Chieti)


Italia Bella


Italia Bella a cura di Massimo Tommasini –

 

Tra le tante meraviglie che ci riserva il nostro Paese, molte si riferiscono a contesti naturalistici nei quali sono incastonati bellissimi borghi; uno di questi è Palena, in provincia di Chieti, nell’entroterra abruzzese, all’interno del Parco Nazionale della Maiella.

 

Palena, borgo medioevale di circa 1500 abitanti, ha conservato nel corso dei secoli molti dei tratti distintivi delle sue origini, anche se il territorio venne frequentato anche in epoche molto più antiche, addirittura preistoriche.

 

Successivamente la zona venne colonizzata dai romani e, alla caduta dell’impero, si riorganizza attorno ai numerosi monasteri presenti, che fanno capo a quello di San Vincenzo al Volturno.

 

alena-Monte_Porrara

 

La pace e tranquillità dei luoghi attirò nella zona anche diversi Santi e religiosi, nei cui luoghi di eremitaggio sorsero in seguito pievi, chiese e monasteri, con attorno alcuni casali.

 

Sorsero in epoca medioevale anche diversi castelli affidati a feudatari, a guardia dei transiti sui passi delle montagne circostanti e residenze nobiliari nei borghi che si stavano man mano ampliando.

 

L’epoca medioevale passò a Palena senza grandi sussulti, con l’avvicendarsi al potere di varie dinastie, spesso imparentate tra loro; solo oltre la metà del ‘600 il borgo chietino fu oggetto di una disputa che lo vide sotto assedio da parte delle truppe napoletane.

 

Nei secoli successivi e fino alla fine dell’800, a Palena erano attivi diversi molini, un pastificio e varie attività artigianali legate alla produzione di smalti ceramici, colle e lavorazione della lana.


Nella parte più elevata del borgo, su uno sperone roccioso, sorge il Castello medioevale, costruito nel XII secolo, anche se più volte rimaneggiato e ristrutturato nelle epoche successive, talvolta anche a causa dei violenti terremoti che hanno colpito questo martoriato territorio.

 

Palena--Castello-ducale

 

L’ingresso è caratterizzato da un portale sormontato da un arco a tutto sesto, contrapposto ad un secondo portale sormontato da un architrave a cornice con disegni geometrici.

 

La piazzetta del Municipio, al centro del piccolo borgo, è caratterizzata dalla presenza di diverse case porticate, probabilmente di origini medievali, seppur modificate e rimaneggiate nel corso del tempo; la piazza ed i portici, caratterizzati da archi a tutto sesto e a sesto acuto, sotto i quali sono aperti numerose attività commerciali, rappresentano il centro della vita cittadina.

 

Fuori paese, in località Piana del Casone, sorge un’antica castelletta, una casa fortificata seicentesca sorta come locale di servizio per i pastori che percorrevano l’adiacente tratturo, costruito sui resti di un antichissimo tempio di epoca preromana; l’edificio, col suo aspetto romanico di campagna, con due torrette agli angoli è oggi una residenza privata.

 

 

Numerosi invece gli edifici religiosi di Palena, a partire dal trecentesco Eremo della Madonna dell’Altare, costruito dai monaci celestini nel luogo d’eremitaggio di Pietro da Morrone, su una rupe impenetrabile da tre lati e formato da una chiesa, un centro abitato e un giardino pensile.

 

Particolarmente interessanti anche la millenaria chiesa di San Cataldo, parzialmente rimaneggiata dopo la seconda guerra mondiale, frequentata in occasione dei festeggiamenti del santo cui è dedicata, e la chiesa e convento di Sant’Antonio, ai piedi del monte Porrara, che risale al ‘500.

 

Palema--eremo-MadonnaDell'Altare-

 

Il complesso, distrutto da un terremoto e ricostruito nel ‘700, non è più un edificio religioso, ma ospita oggi il Museo dell’Orso Marsicano ed una struttura ricettiva; nel chiostro interno vi è un porticato su due livelli dove sembra di respirare l’atmosfera della pace monacale dei secoli precedenti.

 

Particolarmente interessante anche il Museo Geopaleontologico dell’Alto Aventino, situato nei pressi del Castello, che contiene un’importante raccolta di reperti fossili ritrovati nella zona circostante nel corso di vari campagne archeologiche.

 

Per ciò che riguarda gli edifici religiosi, trecentesca è invece la chiesa di San Francesco, probabilmente ristrutturata nel settecento, visto lo stile barocco che la caratterizza; la settecentesca chiesa del Rosario, invece, si caratterizza perché al suo interno è presente un organo, intarsiato e placcato d'oro, posto in alto sopra l'ingresso.

 

Tra le iniziative che vengono organizzate a Palena, la più caratteristica è la Sagra della Scurpella, dove i numerosi turisti del Parco Nazionale della Maiella possono gustare questo curioso e gustoso piatto fritto locale a base di pasta lievitata, simbolo di abbondanza.




di Redazione 35




Non dimenticare di guardare anche...

Italia Bella: Alberona (Foggia)

Italia Bella: Esanatoglia (Macerata); la città “filetta”

Italia Bella: Amandola (Fermo)

Italia Bella: Aggius (Olbia-Tempio)

Italia Bella: Porto Ercole: la porta meridionale dell’Argentario

Italia Bella: Villa Castelli (Brindisi)

Italia Bella: Vipiteno (Bolzano)

Italia Bella: Furore (Salerno): il paese che non c’è

Italia Bella: Castelmezzano (Potenza)

Italia Bella: Corridonia (Macerata)

Italia Bella: Vieste (Foggia): il paese dai mille colori

Italia Bella: Biccari (Foggia)

Italia Bella: Faenza (Ravenna)

Italia Bella: Amatrice (Rieti)

Italia Bella: Pontassieve, il cuore del Mugello

Italia Bella: Sarteano (Siena)

Italia Bella: Aieta (Cosenza)

Italia Bella: Borgosesia (Vercelli)

Italia Bella: Montalcino (Siena) città del vino e del miele

Italia Bella: Finalborgo (Savona)

Italia Bella: Étroubles (Aosta)

Italia Bella: Oratino (Campobasso)

Italia Bella: Elva (Cuneo)

Italia Bella: Monte Isola (Brescia): la bella del Lago d’Iseo

Italia Bella: Seborga (Imperia)

Italia Bella: Marmora (Cuneo)

Italia Bella: Fagagna (Udine)

Italia Bella: Scurcola Marsicana (L’Aquila)

Italia Bella: Volterra (Pisa)

Italia Bella: Terra del Sole (Forlì-Cesena)

Italia Bella: Vallesaccarda (Avellino)

Italia Bella: Ostuni (Brindisi)

Italia Bella: Calitri (Avellino) un paese da Presepe

Italia Bella: Seminara (Reggio Calabria)

Italia Bella: Torreglia (Padova): la città del maraschino e del Torresan

Italia Bella: Grado (Gorizia)

Italia Bella: Specchia (Lecce)

Italia Bella: Guarcino (Frosinone)

Italia Bella: Spoleto (Perugia)

Italia Bella: Savoca (Messina)

Italia Bella: La Scarzuola (Terni)

Italia Bella: Pavullo nel Frignano (Modena)

Italia Bella: Val Badia: San Vigilio di Marebbe, la perla del Parco Naturale di Fanes, Sennes e Braies

Italia Bella: Bobbio (Piacenza)

Italia Bella: Portobuffolè (Treviso)

Italia Bella: Tenno (Trento)

Italia Bella: Riccione, la perla verde dell'Adriatico

Italia Bella: Rodengo Saiano (Brescia)