Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Noce, pianta per rinnovare l'agricoltura


Stefano Bugamelli


La grande pianta del noce, in latino Jovis Gland, potrebbe rivivere un futuro glorioso: in Emilia Romagna c’è infatti chi sta pensando seriamente a impiantare questa varietà arborea capace di raggiungere i 40 metri di altezza e che non è non sufficientemente diffusa.

 

Le attuali importazioni da Stati Uniti, Cile, Argentina, Australia, rappresentano circa l’80% del fabbisogno italiano e le 13.000 tonnellate (20%) nazionali prodotte soprattutto da Campania, Veneto, Basilicata, Lazio e Marche, rappresentano solo un quinto del nostro fabbisogno.

 

Si tratta di rispondere alla domanda di prodotto con risorse interne, facendo calare il costo effettivamente ora troppo alto.

 

Le varietà più pregiate su cui puntare sono: Chandler, Lara e Howart, sono piante da amare dicono gli esperti, perché un noceto deve essere seguito con passione e dedizione per farlo rendere.

 

Come tante altre piante, anche questa proviene dall’Asia e le sue peculiarità probabilmente non sono conosciute a tutti:

 

  • La parte commestibile, il gheriglio delle noci, possiede proprietà funzionali importanti grazie al suo contenuto di Omega 3 e 6 e di vitamina E, definita della fertilità
  • Le sue proprietà nutrizionali combattono e riducono il colesterolo e le malattie cardiache
  • Dai gherigli si può estrarre il prezioso e delicato olio che in Valle d’Aosta è tradizionalmente utilizzato per condire le preparazioni di cucina
  • Con il mallo (la parte verde che ricopre il guscio) è tradizione italiana ottenere un liquore amarevole apprezzatissimo, il Nocino. Per questo le noci si raccolgono nella notte di San Giovanni (25 ottobre) e le si mettono in infusione con alcol e zucchero per 40 giorni
  • A distanza di molti secoli i legni dei mobili e degli arredi antichi, possono testimoniare ancora avvenimenti, storie e arte

 

Per approfondire:

Olio di Noce
La Noce




di Stefano Bugamelli




Non dimenticare di guardare anche...

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Chiesa ha un nuovo Sommelier, Papa Bergoglio

Giovedì con Stefano Bugamelli: Test positivo per il Pignoletto, vino dell'Emilia Romagna

Giovedì con Stefano Bugamelli: Acqua a Bagnacavallo, la città del vino Burson

Giovedì con Stefano Bugamelli: Dromedari e Cammelli, una risorsa alimentare in più

Giovedì con Stefano Bugamelli: il vino Torcolato di Breganze

Giovedì con Stefano Bugamelli: Che delizia la panna!!!

Giovedì con Stefano Bugamelli: Le Siepi di San Giovanni, nuovo polo agrituristico a Fontanelice (Bologna)

Giovedì con Stefano Bugamelli: Sono troppo grassi i bambini italiani

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Melagrana, frutto funzionale per la salute della persona

Giovedì con Stefano Bugamelli: Sangiovese di Romagna, vino simbolo di un territorio

Giovedì con Stefano Bugamelli: “TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRVI È FALSO”

Giovedì con Stefano Bugamelli: L’Olio di Argan, benessere e salute dall’Argania Spinosa

Giovedì con Stefano Bugamelli: “L’oro bianco di Pieve Roffeno”

Giovedì con Stefano Bugamelli: Un Buon Natale 2014 consapevole

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Kiwi si rinnova con il tricolore

Giovedì con Stefano Bugamelli: "Santo Giorno" il formaggio brasiliano che parla bellunese

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Pignoletto, Vitigno e Vino autoctono dal successo assicurato

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Bottarga specialità della gastronomia sarda

Giovedì con Stefano Bugamelli: Gusto e benessere dagli agrumi

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Peperoncino, la spezia più amata

Giovedì con Stefano Bugamelli: "Duschbere", il Tortellino di Baku (Azerbaijan)

Giovedì con Stefano Bugamelli: Storie di mare e di montagna al SANA 2014 a Bologna

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Spergola, vitigno autoctono di Scandiano

Giovedì con Stefano Bugamelli: la carne equina, buona e discussa

Giovedì con Stefano Bugamelli: Magis, il manuale di sostenibilità che assicura un futuro migliore al vino italiano

Giovedì con Stefano Bugamelli: Viva le nonne per gli italiani a tavola!

Giovedì con Stefano Bugamelli: Stile Mediterraneo con i vini autoctoni di Emilia Romagna, Bulgaria e Grecia

Giovedì con Stefano Bugamelli: Dalla Sardegna il formaggio per chi soffre di colesterolo alto

Giovedì con Stefano Bugamelli: lo stress della Vite fa bene al Vino

Giovedì con Stefano Bugamelli: Merano Wine Festival, una marcia in più

Giovedì con Stefano Bugamelli: Un Buon anno 2015, con Expo di Milano sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Panettone d’innovazione, grazie Dario!

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Made in Italy è stile, gusto e tecnologia; ecco Fructae

Giovedì con Stefano Bugamelli: DegustiBO strumento di qualità per la Comunità del Gusto bolognese

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il professore di Bologna ci ha lasciati

Giovedì con Stefano Bugamelli: Je suis Charlie

L’altra Venezia: Laguna Veneta e Cavallino

Giovedì con Stefano Bugamelli: Apicoltori e Agricoltori per la salvaguardia dell’ambiente e della qualità

Giovedì con Stefano Bugamelli: in Emilia Romagna è nato il Consorzio Regionale del Pignoletto

Giovedì con Stefano Bugamelli: Le "Etichette" consultazione pubblica del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Giovedì con Stefano Bugamelli: Fiere e parcheggi di Bologna, qualcosa non va

Giovedì con Stefano Bugamelli: Albana Dèi, la storia di un grande e antico vitigno prosegue