Mercoledì del BenEssere: Connessione tra parto cesareo e flora intestinale del neonato


Federica Pagliarone


Di Federica Pagliarone -


Il parto cesareo influenza la formazione della flora batterica intestinale del bebè: il neonato, fino almeno ai primi due anni di vita, presenta una flora intestinale più ristretta e meno ricca di quei batteri buoni che aiutano sia la salute del tratto digerente, sia il corretto sviluppo del sistema immunitario del bambino.
 

Lo rivela una ricerca pubblicata sulla rivista Gut da esperti svedesi del KTH Royal Institute of Technology, Science for Life Laboratory, School of Biotechnology, Division of Gene Technology di Solna, diretti da Anders Andersson.
 

Il motivo è che, a differenza di quanto avviene nel parto naturale, col taglio cesareo il bebè non passa nel canale del parto e quindi non acquisisce i batteri materni in quantità e qualità adeguate.
 

Gli esperti hanno studiato per i loro primi due anni di vita 24 bambini, di cui una parte nati col taglio cesareo. Con prelievi ripetuti a diversi intervalli di tempo, i ricercatori hanno visto che nell'intestino dei bimbi nati col cesareo, mancavano alcune specie dell'importante gruppo dei Bacteroidetes che è stato collegato al corretto sviluppo del sistema immunitario.
 

A questa carenza, corrisponde invece nel sangue dei ''figli del cesareo'' un eccesso di alcune molecole (chemochine) legate ad allergie e un deficit di fattori antagonisti deputati proprio a silenziare dette molecole.
 

Negli ultimi anni si è andata sempre più consolidando la tesi che la flora intestinale sia fondamentale non solo per i processi digestivi ma anche contro obesità, sviluppo delle difese del corpo, allergie e malattie autoimmuni. Ecco quindi un altro buon motivo per optare, quando possibile, per il parto naturale.
 




di Redazione 4




Non dimenticare di guardare anche...

Mercoledì del BenEssere: Mal di testa, non eccedete con gli antidolorifici

Mercoledì del BenEssere: Lifting e punturine, le regole per orientarsi

Mercoledì del BenEssere: Felicità fa rima con desiderio

Mercoledì del BenEssere: Probiotici in gravidanza proteggono i bimbi dalle allergie

Mercoledì del BenEssere: La cellulite ha i giorni contati con 1 kg di frutta e verdura al giorno

Mercoledì del BenEssere: La crisi ci spinge a mangiare cibi con un più elevato contenuto calorico

Mercoledì del BenEssere: Broccoli efficaci contro artrosi e artrite

Mercoledì del BenEssere: Cento mani di questa terra, un mix d’eccellenza

Mercoledì del BenEssere: Alimentazione e salute, l'importanza della Micronutrizione

Mercoledì del BenEssere: Scoperto un legame tra diabete 2 e riduzione funzioni cerebrali

Mercoledì del BenEssere: Chirurgia plastica nel mondo

Mercoledì del BenEssere: Aglio crudo riduce il rischio di cancro al polmone

Mercoledì del BenEssere: Allattare al seno protegge le donne dall'Alzheimer

Mercoledì del BenEssere: Carni rosse, rischio infarto con 50 grammi in più al giorno

Mercoledì del BenEssere: Attenzione alle sigarette elettroniche, potenzialmente cancerogene

Mercoledì del BenEssere: Uomini, attenti al caffè, in eccesso può sviluppare incontinenza

Mercoledì del BenEssere: Relazione di coppia ad alto rischio per chi soffre di disturbi del sonno

Mercoledì del BenEssere: Attenzione ai bimbi con il ciuccio, potrebbero avere problemi emozionali

Mercoledì del BenEssere: Allarme fertilità uomini - producono meno sperma

Mercoledì del BenEssere: Miopia, scoperti 26 nuovi geni che aumentano il rischio di svilupparla

Mercoledì del BenEssere: Merendine eco, si mangia anche la confezione

Mercoledì del BenEssere: Il sonno fa belli

Mercoledì del BenEssere: Dopo l'estate pelle più vecchia di due - tre anni

Mercoledì del BenEssere: Imparare una lingua straniera sviluppa il cervello

Mercoledì del BenEssere: Dopo una procreazione assistita spesso segue gravidanza naturale

Mercoledì del BenEssere: Fertilità, via libera ai lamponi

Mercoledì del BenEssere: Gravidanza, consumate almeno due porzioni di pesce a settimana