I mirtilli





I mirtilli sono piccoli arbusti che crescono nelle zone di montagna tra i 900 ed i 2000 metri circa slm; in Italia è presente quasi ovunque sull’arco alpino e sull’appennino centro settentrionale; in nordamerica ve n’è una varietà che raggiunge anche i quattro, cinque metri di altezza.

 

In giro per il mondo ve ne sono di molte varietà, ma le più comuni sono di due specie, il mirtillo nero e il mirtillo rosso; i frutti  sono delle “false bacche”, come le banane e i cocomeri; piccole bacche commestibili, più o meno aspre secondo la specie e del grado di maturazione.

 

Esistono anche piantagioni di mirtillo nelle zone collinari e pianeggianti, con un clima ventilato e terreni ricchi di humus; il frutto prodotto queste aree coltivate è generalmente più grosso e rotondo di quello che cresce spontaneamente in natura.


 

Il mirtillo nero ha in realtà un colore violaceo o bluastro, a seconda del grado di maturazione; fiorisce in maggio e fruttifica in luglio – agosto; le sue foglie sono di forma ovoidale e colore verde scuro mentre le bacche sono piccole, generalmente solitarie o accoppiate.

 

I fiori di quello rosso sono invece di colore bianco o rosa, mentre le bacche, di un rosso brillante, più amarognole, sono riunite in grappoli; cresce spontaneo soprattutto in nordeuropa, a quote più elevate rispetto alle piante di mirtillo nero.

 

Mirtilli

 

Il mirtillo è un frutto particolarmente ricercato per le sue proprietà benefiche, oltre che per la sua bontà; in cucina viene utilizzato per preparare torte, crostate e marmellate, oltre che come guarnizione di gelati e semifreddi, succhi di mirtillo oppure per aromatizzare grappe e distillati.

 

La gastronomia dei paesi nordici, ma anche certi piatti alpini, usa le bacche di mirtillo anche per salse che accompagnano alcune carni, in particolare la selvaggina.

 

Le bacche di mirtillo hanno notevoli proprietà curative; infatti contengono numerosi principi attivi, essendo ricche di potassio, zuccheri, tannini, pectina, antocianine, calcio, fosforo e vitamine A e C, e, in quantità minore, la vitamina b, oltre alla mirtillina, una parte zuccherina e colorante.

 

Tra l’altro hanno anche proprietà rinfrescanti e gli acidi organici che contengono agiscono come tonico per l’apparato digerente; il succo di mirtillo è astringente e purificante per l’apparato digerente, oltre che antisettico per le vie urinarie.

 

Tra le sue qualità medicamentose, è prezioso anche per chi soffre di diabete, ulcere gastriche e duodenali, ipertensioni arteriose, aterosclerosi e problemi all’apparato ottico; viene inoltre usato per mantenere l'integrità e rinforzare le pareti dei capillari.



di Redazione 35