L’Arca del Gusto passa da Cheese 2013: con Slow Food e i formaggi di tutto il mondo a Bra (Cuneo)


Slow Food


di: ANDREA DI BELLA


Bra, 19 giugno 2013

 

Food Trotter di tutto il mondo siete avvisati. Segnate in agenda i giorni che vanno dal 20 al 23 settembre! Sono i giorni di Cheese, il tempo che anima le strade e le piazze di Bra, in provincia di Cuneo, tra Langhe e Roero, nella patria di Slow Food, celebrando il variegato mondo del latte e dei formaggi. Moltissimi gli appuntamenti da non perdere, tra conferenze, assaggi, scoperte e musica. Quattro giorni di festa.


Oggi, al Teatro Politeama Boglione di Bra alla presenza dei giornalisti e di numerosi ospiti, è stata presentata la manifestazione. Alla tavola rotonda hanno partecipato, Alberto Cirio, Assessore al Turismo della regione Piemonte, Roberto Russo, Assessore all’Industria, Commercio e Artigianato della provincia di Cuneo, Bruna Sibille, Sindaco della Città di Bra, Luigi Barbero, Presidente Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero, Carlo Petrini, Presidente Slow Food, Jason Hinds, selezionatore e affinatore di Neal’s Yard Dairy di Londra. Ha moderato Roberto Burdese, Presidente di Slow Food Italia.


 Logo 

“Piazze, vie, monumenti, diventano palcoscenico naturale di una manifestazione che mette insieme, dichiara Bruna Sibille, cultura, enogastronomia, turismo, educazione in un mix internazionale di suggestioni e di spunti che valorizzano un territorio con tante peculiarità: sede naturale di tutti i migliori artigiani del formaggio del mondo”.


Cheese rappresenta un’occasione per lo sviluppo turistico del territorio, anche se “l’incremento del turismo straniero nel 2012 è del 17% rispetto al 2011, conferma l’Assessore regionale Cirio, in una terra che, non dimentichiamolo, era territorio della Malora e mai nessuno avrebbe ipotizzato diventasse ad elevata vocazione turistica”.


Cheese, la manifestazione dedicata alle forme del latte e al mondo dei formaggi, approda, quindi, a Bra per la sua nona edizione a bordo dell’Arca del Gusto, invadendo tutti gli angoli suggestivi della cittadina piemontese con i suoi profumi e i suoi sapori. L'ingresso è libero.

 

Come di consueto, l’evento organizzato da Città di Bra e Slow Food Italia con la partecipazione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali apre le porte a centinaia di casari, pastori, affinatori e produttori pronti a confrontarsi e presentare le loro prelibatezze.

 

Tema di Cheese 2013 è proprio l’Arca del Gusto, il progetto della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus che cataloga i prodotti simbolo delle tradizioni, della cultura e della
storia dei cinque continenti. Segnalandone l’esistenza, ognuno di noi può contribuire alla
loro salvaguardia, evitando così che scompaiano. 

 Assaggio

 

L’Arca del Gusto nasce nel ’96, in occasione della prima edizione del Salone del Gusto di Torino e Slow Food, che aveva 10 anni, afferma Burdese, aveva già intercettato che non si sarebbero salvate le osterie e la gastronomia tradizionale se non si fossero salvati i Produttori: eravamo partiti per salvare le ricette e non ci eravamo subito resi conto che, in realtà, stavano sparendo coloro che producevano, conservavano e valorizzavano la biodiversità alimentare, quella che alimenterà il pianeta nel futuro”.


Ecco quindi che Cheese lancia, per la prossima edizione, l’iniziativa Salva un formaggio!, chiedendo a tutti di portare a Bra il prodotto caseario ritenuto meritevole di salire sull’Arca. Tutelare un formaggio, infatti, significa salvare razze, pascoli, paesaggi e saperi delle piccole comunità, spesso tramandati da generazioni.


“L’Arca del Gusto si propone di essere un catalogo, un censimento dei prodotti che stanno sparendo. Dall’Arca, prosegue Il presidente di Slow Food Italia, nascono i Presidi Slow Food che saranno presenti a Cheese, e la stessa Terra Madre nasce come uno dei passi successivi dell’Arca del Gusto. A Cheese portate un pezzo di formaggio che sta per  scomparire, ci sarà un’area apposita, un incubatore, che servirà a fare salire sull’Arca questo patrimonio da salvare. Per questo, l’Arca del Gusto passa da Cheese”.

 

Anche i 38 Laboratori del Gusto salgono sull’Arca del Gusto per raccontare al pubblico di Cheese quanta ricchezza ci sia dietro ogni formaggio. Bastano latte, caglio e sale per prepararli, eppure solo in Italia se ne contano oltre 300, una varietà determinata da importanti dettagli: razza degli animali, pascoli, altitudine e naturalmente tecniche di lavorazione. In una parola: biodiversità.


Spazio quindi ai formaggi che rischiano di scomparire insieme alla cultura e all’identità di intere comunità. 

 

Tavola rotonda - Foto Andrea Di Bella 

Grande omaggio alle Isole Britanniche, ospiti d’onore con una cinquantina di chicche nella Gran Sala dei Formaggi, per scoprire il fenomeno dei new old cheeses, prodotti della tradizione, come il cheddar e lo stilton, rivisti in chiave moderna. Da non perdere l’appuntamento dedicato all’Irlanda, con una panoramica sulle produzioni casearie della zona di West Cork, incubatore della qualità a latte crudo.


Biodiversità anche al centro degli 11 Appuntamenti a Tavola, l’ormai classico rendez-vous nei più rinomati ristoranti di Langhe e Roero, che quest’anno rendono omaggio al territorio dando sfoggio di ricette dimenticate, con menù ispirati alla sapiente cucina che sa inventare, innovare e sorprendere senza sprecare nemmeno una briciola di pane.


“La più bella manifestazione Slow Food al mondo, questo è un evento che ha cambiato il mondo lattiero-caseario a livello planetario, dichiara Carlin Petrini, in un formaggio si deve sentire il latte della mucca, addirittura il pascolo, come affermava Italo Calvino. Quello che sta succedendo nel mondo è qualcosa di straordinario, dall’Africa al Sud America, la produzione del formaggio può essere la risposta all’alimentazione”.

 

Carlin Petrini si è soffermato sulla bellezza del paesaggio e sulla funzione degli studenti stranieri dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo quali messaggeri nel mondo di questo straordinario territorio. E, tornando a Cheese, prosegue con una nota passionale, anticipando che “il 23 settembre presso questo stesso Teatro, l’UNISG di Pollenzo darà la Laurea “Honoris Causa” a uno dei più grandi intellettuali d’Italia che per il mondo contadino ha fatto moltissimo: si chiama Ermanno Olmi, e questa volta gli tocca la “Lectio Magistralis””!


Carlo Petrini conclude il suo intervento con un velo di sentimento, parlando del “significato culturale, politico ed economico dei corsi di alto apprendistato, organizzati dall’UNISG: panettieri, salumai, micro birrai e affinatori di formaggi. Nei nostri paesi non si sente più il profumo del pane…, afferma con un po’ di nostalgia, non si può vivere così”! 



di Andrea Di Bella




Non dimenticare di guardare anche...

A Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino ha vinto la partecipazione: condivisione culturale, sociale e politica

Seminiamo la Biodiversità: un progetto di Slow Food. Petrini: “Non consegnare a poche multinazionali il controllo sul nostro cibo”

Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino: già 1000 posti letto messi a disposizione dalle famiglie piemontesi

Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, è Ambasciatore Speciale della FAO in Europa per Fame Zero

Salone del Gusto e Terra Madre 2014: testimonianze di lavoro di migranti nel nostro Paese

"Slow Food Day" per spegnere le 30 candeline del movimento: festa in tutte le piazze d’Italia!

“Raccogliamo i frutti di un’avventura che ha attraversato gli oceani” così Carlin Petrini presenta Terra Madre Salone del Gusto 2016 a Torino

Un nuovo anno con Slow Food: #PrendiamociGusto

Presìdi internazionali Slow Food: le novità del prossimo Salone del Gusto e Terra Madre di Torino

“Carlo Petrini”, Slow Food e “Pierre Rabhi”, filosofo francese: parole di Terra da un autentico mondo contadino

L’Italia ribadisce il suo no agli Ogm ma l’Europa non si schiera: il parere di Slow Food

Terra Madre Giovani: 2500 contadini da 120 Paesi del mondo a Milano per discutere il futuro del cibo

“Poesia e Utopia vere risorse dell’economia dell’Italia”: così Carlin Petrini apre “Cheese” 2013 a Bra (Cuneo)

Slow Food: Urgente dotare il Paese di una legge efficace sul consumo di suolo

Slow Food a Vinitaly: Etichetta narrante per l’olio, a tutela dei consumatori e a difesa dei produttori

Chiuso a Milano Terra Madre Giovani – We Feed The Planet: Gioia ed emozioni per i Giovani Contadini

Taglio del nastro e via a Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino. Le foto del primo giorno

Slow Food dalla Cina lancia Menu for Change: «Cambiamo il sistema alimentare, fermiamo il cambiamento climatico»

Terra Madre Salone del Gusto 2016: l'impatto economico porta 28-38 mln di Euro a Torino. Le ricadute sulla città

Ecco le ricette dell'Arca del Gusto di Slow Food, in attesa del Salone del Gusto e Terra Madre di Torino

Petrini: “Non c’è qualità alimentare senza rispetto dell’ambiente”. La campagna di Slow Food Menu for Change sul clima

Salone del Gusto e Terra Madre 2014: Slow Food punta sull’agricoltura familiare

Cheese 2015 parte con un rullo di tamburi. Petrini: “Difendere le produzioni locali. No al formaggio col latte in polvere”

Terra Madre Giovani: le voci di Serge Latouche, Nicola Gratteri, Don Luigi Ciotti e Gaetano Pascale

“Laudato si’”, l’enciclica del Papa vista da Slow Food: “Auguriamo possa segnare la vita politica di molti Governi”

Aspettando Cheese: a Bra (Cuneo) si degustano i formaggi del Regno Unito

Salone del Gusto e Terra Madre 2014: ultime novità da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino

Agroecologia, sinergia tra agricoltura e ricerca: il cibo come patrimonio di conoscenze e dell’umanità per cambiare il mondo, all’UNISG di Pollenzo

Slow Food a Vinitaly 2017 per raccontare, conoscere, bere il vino “buono pulito e giusto”

Osterie d’Italia 2016: presentata a Cheese la guida del mangiarbere all’italiana di Slow Food

Aspettando Slow Fish di Genova: aperitivi, tapas e cene a base di pesce per stuzzicare l’appetito, a Torino

Rai 2, Università di Scienze Gastronomiche e Slow Food presentano “Signori del vino”: torna in TV la cultura del vino

Partnership tra Slow Food ed Expo 2015: un accordo in nome della biodiversità e della lotta alla malnutrizione

28 Ministri dell’Agricoltura dell’UE incontrano i prodotti dei Presìdi o dell’Arca del Gusto di Slow Food, all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo-Bra (Cuneo)

Stati Generali delle Comunità dell’Appennino: Slow Food e Terra Madre per progettare la montagna che verrà

“Cheese 2013” chiude con la laurea honoris causa a Ermanno Olmi: successo e speranze per una nuova economia contadina

Alice Waters, Slow Food Internazionale: “Cibo industriale e fast food affronto alla democrazia”

Il film “Domani” disponibile in DVD e Blu Ray, con il patrocinio di Slow Food Italia

"Terra Madre Salone del Gusto 2016". Petrini: a settembre a Torino ospitiamo gli intellettuali del cibo!

Terra Madre Salone del Gusto di Torino: Storie di legalità dalle filiere virtuose dell'agroalimentare

Presentata a Montecatini Terme Slow Wine 2017: la guida alle storie di vita, vigne, vini in Italia. Un manifesto politico

Il modello virtuoso del Salone del Gusto e Terra Madre di Torino: le ricadute ambientali, sociali ed economiche sul territorio

Terra Madre Day 2014: Samantha Cristoforetti festeggia dallo spazio i 25 anni di Slow Food

Slow Food lancia una grande campagna internazionale per difendere la Biodiversità del Pianeta

A Cheese 2017, Slow Food lancia un segnale politico forte con gli "Stati generali del latte crudo"

Fermati da Stratta e… bevi un “Caffè selvatico della foresta di Harenna”, Presidio Slow Food, giovedì 25 settembre 2014 a Torino

Perché visitare “Terra Madre Salone del Gusto” di Torino

Con Slow Food al Salone del Gusto e Terra Madre 2014: dalla “Scuola di Cucina” alla “Fucina di Pane e Pizza”, da “Mixology” ai “Laboratori del Gusto”

Al via Terra Madre Giovani. Petrini: “Voi testimoni che questa idea andrà avanti per tanto, tanto tempo”

La Buona Strada, un progetto di Slow Food Italia di crowdfunding per le aree terremotate del Centro Italia

10.000 orti in Africa: Slow Food per la Biodiversità e Table for Two firmano un accordo a sostegno del progetto

A Geo Magazine i Presìdi Slow Food del Piemonte: protagonisti il Macagn, formaggio di montagna, e i mieli della Val Maira

Slow Food: nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione adottiamo un orto in Africa

Terra Madre Salone del Gusto fuori dal Lingotto: l’edizione 2016 a fine settembre nel cuore di Torino

La rivoluzione sostenibile di Terra Madre Salone del Gusto di Torino: un progetto dell’UNISG di Pollenzo

“Il cibo in Tv è solo diffusa pornografia alimentare”. Così Carlin Petrini alla presentazione del Salone del Gusto e Terra Madre 2014 di Torino