Il Pesce Spada





Non esiste programma nutrizionistico o dietetico che non affermi quanto sia importante l’introduzione del pesce nell’alimentazione umana, in quanto un suo consumo equilibrato fornisce un grande apporto di vitamine, sali minerali e proteine di cui il corpo ha bisogno.

 

Il consumo di pesce pesce è fondamentale per abbattere il colesterolo e ricco di grassi polinsaturi come gli omega 3, utilissimi per mantenere la fluidità del sangue evitando molte malattie come cardiopatie e ictus.

 

L’uso del pesce nell’alimentazione è vecchio come la presenza dell’uomo sul pianeta; per molte popolazioni è stato e continua tutt’ora ad essere una fonte primaria di consumo.

 

Uno dei pesci più “cacciato”, ovunque sia, è il pesce spada, il “marlin”, animale tipico dei mari tropicali e subtropicali, oltre che dei bacini interni come il Mediterraneo e il mar Nero, la cui caratteristica è data dal “becco” appuntito come una spada più o meno lunga.



Il pesce spada ha un dorso di colore scuro che fiancate argentee che diventano bianche nel ventre; a caratterizzarlo è la tipica “spada” sul muso, un prolungamento di materiale osseo e bordi taglienti della mascella, usato come arma per la caccia e come difesa contro lo squalo mako, il suo unico predatore oltre l’uomo.

 

In genere questo pesce raggiunge grosse dimensioni; anche i quattro metri e mezzo, superando i 400 chili di peso; le sue prede sono prevalentemente sgombri, tonni, aringhe, sarde e sardine, polpi, calamari, moscardini e altre specie, che riesce a cacciare grazie alla sua straordinaria agilità e velocità, aiutate anche da una vista molto acuta.


La letteratura ne ha fatto un indimenticabile protagonista con il libro “Il vecchio e il mare” di Ernest Hemingway, così come il cinema, dove ha combattuto un’epica battaglia contro Spencer Tracy nell’omonimo film di John Sturgess che nel 1958 vinse anche un Oscar per le musiche.

 

I pesci spada depongono alcuni milioni di uova; le larve, alla schiusa delle uova, rimangono in acque calde per alcuni mesi, dopodiché migrano verso i luoghi di origine dei genitori dove trovano temperature più basse e maggior nutrimento.

 

La gastronomia fa largo uso delle uova di molte specie di pesci, tra cui anche quelle dello Spada, che entrano in moltissimi preparati, come condimenti cotti oppure crudi, oltre che come antipasto; la cucina giapponese, ma in generale tutta quella dei paesi costieri dell’Estremo Oriente, comprende molti preparati con la presenza delle uova di pesce; da noi viene commercializzata la “bottarga” con le uova di pesce spada, per condire alcuni primi piatti della cucina mediterranea.

 

pesce-spada

 

In Italia sono ben note le “spadare” siciliane, un tipo di pesca praticata per secoli ed oggi vietata, fatta con particolari reti che rinchiudevano i pesci tra i pescherecci che partecipavano alla caccia, rendendo molto più facile il lavoro dei fiocinatori; nella zona dello Stretto di Messina questo tipo di pesca praticato in primavera è oggi rimasto uno spettacolo per turisti.

 

La carne del pescespada è considerata molto pregiata e viene preparata in molti modi, non solo nei paesi di cultura orientale, ma anche in occidente.

 

Uno dei piatti più noti è il carpaccio, normale o affumicato, al pepe verde e rosa, da servire sia come antipasto che come secondo, accompagnato da un contorno di verdure; oppure il carpaccio di pesce spada con salsa verde alla senape, o ancora con insalata di mele e rucola.

 

In molti ristoranti con menù di pesce, lo spada è proposto anche alla griglia, come una grossa bistecca con le righe scure della graticola ben stampate sulle sue carni rosate; viene impiegato anche nella preparazione di sughi per condire i primi o diventa un elemento fondamentale nella preparazione di deliziose zuppe di pesce, una dei quali, la “ghiotta”, è una preparazione tipica della cucina messinese e di Reggio Calabria.

 

Nelle due regioni del nostro sud il Pesce Spada è anche oggetto di alcune Sagre, dove viene presentato e servito in tantissime preparazioni locali alle migliaia di turisti che partecipano ogni anno più numerosi.



di Redazione 35