La Torta Paradiso (Milano)


La Torta Paradiso è un dolce tipicamente lombardo che si è esteso all’intero territorio nazionale; molto delicato e semplice, è preparato come un pan di spagna ma con l’aggiunta di burro e scorza di limone grattugiata nell’impasto.


 

Il risultato è una torta alta, soffice e molto saporita che viene cosparsa di abbondante zucchero al velo e mantiene la sua fragranza anche dopo alcuni giorni.

 

La torta paradiso è un’ottima base da farcire e per la sua delicatezza è molto indicata per i bambini e per chi ama i dolci semplici e genuini.


La sua preparazione prevede che vengano separati i tuorli d’uovo dagli albumi, tenendo questi ultimi da parte; in una ciotola capiente va mescolato il burro, metà dello zucchero e la vanillina, ottenendo una soffice crema, a cui si aggiungono i tuorli, uno alla volta.


 

E’ importante amalgamare bene ogni tuorlo prima di aggiungerne un altro; alla fine si ottiene un composto chiaro, cremoso e senza grumi, alla quale si aggiunge la buccia grattugiata di un limone.



In un altro recipiente dai bordi alti di mettono gli albumi con un pizzico di sale che vanno montateli a neve con la frusta aggiungendovi gradatamente l’altra metà dello zucchero avanzato.

 

Per fare l’impasto si deve mescolare la farina con la fecola di patate e il lievito in polvere, che va aggiunta poco alla volta al composto di burro e uova.

 

A questo punto si devono aggiungere molto delicatamente gli albumi all’impasto mescolando dal basso verso l’alto per incamerare aria, e stando attenti a non afflosciare gli albumi.

 

Dopo aver imburrato ed infarinato una tortiera o uno stampo apribile rotondo di una trentina di centimetri di diametro, vi si versa l’impasto e lo si mette in forno nel forno già caldo a 180° per circa tre quarti d’ora.

 

Per controllarne la cottura, prima di sfornare la torta paradiso, si deve punzecchiarla con uno stuzzicadenti; se questo rimane asciutto la torta è cotta e può essere tolta dal forno.

 

Una volta raffreddata, la Torta Paradiso va tolta dallo stampo e messa su un piatto da portata e cosparsa di abbondante zucchero al velo vanigliato.



di Redazione 35