La zuppa berchiddese (Olbia Tempio)


La Zuppa berchiddese, chiamata anche suppa cuata, cioè zuppa nascosta, è una pietanza tipica delle sagre di campagna e in particolare delle feste religiose primaverili ed estive che si celebrano sul sagrato delle chiese campestri seicentesche intorno a Berchidda e in occasione dei matrimoni.

 

Il piatto berchiddese, viene preparato con un delicato e ricco procedimento, con ingredienti quali carne di pecora, il pomodoro e aromi quali basilico, prezzemolo e aglio, “pane ladu”, una sorta di grossa focaccia, più alto e grosso di una focaccia; pecorino fresco a cubetti e pecorino stagionato grattugiato, salato e saporito.

 

La ricetta prevede che nel brodo di pecora bollente vengano messi dei pezzetti di pane ladu duro, i pezzetti di pecorino fresco e quello grattugiato, prezzemolo e pepe.


 

Si mescola per qualche minuto fino a quando il brodo è stato tutto assorbito, poi la zuppa si dispone a strati in una teglia con ragù di vitello e pecora o sugo di pomodoro e basilico e si passa in forno prima di servire ben caldo.

 

Trattandosi di un piatto che viene servito di solito ad un grande numero di persone di norma, esprime le sue qualità migliori quando i suoi ingredienti sono abbondanti.


Recentemente questo piatto gallurese è stato inserito tra i prodotti tipici locali, con un preciso e rigoroso disciplinare dell’Accademia Italiana della Cucina.

 



di Redazione 35