La Ciammella di Sora (Frosinone)


La Ciammella di Sora, piccolo paese della Ciociaria, è un prodotto da forno di antichissime origini, citato in documenti dell’alto medioevo, quando era spesso usata come pasto unico della giornata.


Ancora oggi, così come tanti anni fa, le ragazze sono spesso abituate mangiarla come pasto unico; un tempo poi, le fidanzate usavano offrire questa grossa ciambella, la rotella, ornata con un bel fiocco come dono augurale ai fidanzati; veniva usata anche in occasione delle nascite, regalandole alle neomamme.


La Ciammella di Sora, che è un prodotto a Denominazione Comunale, ha un colore dorato, la forma tondeggiante ed è “coronata” con le cosidette “recchie”; le sue dimensioni sono prestabilite nell’apposito disciplinare.

 

La sua ricetta prevede farina di grano tenero, acqua, lievito naturale, sale e semi di anice o finocchietto selvatico.



La preparazione è molto semplice; si devono impastare gli ingredienti e far lievitare per poco tempo, formando poi le ciambelle intrecciando la pasta, e poi scottarle in acqua bollente e infornarle per farle diventare croccanti.



In ogni manifestazione folkloristica, fiera e mercati di vario tipo che si tiene periodicamente a Sora vi sono stand e punti vendita specializzati che propongono questo gustoso prodotto tipico sorano.
 



di Redazione 35