Il Parco Madonie nel cuore della provincia di Palermo: Il territorio e i suoi servizi


Ente Parco delle Madonie
Corso Paolo Agliata 16, Petralia Sottana - 90027 (Palermo)

(vedi mappa)
Mostra il telefono
Mostra il fax
Email: parcodellemadonie@pec.it
Web: http://www.parcodellemadonie.it


 

 

Il mosaico montuoso delle Madonie è particolarmente suggestivo, poichè mette in mostra vette che sfiorano i 2000 metri di altezza e valli corrispondenti ai grandi bacini orografici: la valle del territorio dell'Imera settentrionale, la valle dell'Imera meridionale e del Salso e la valle del Pollina, tre aree che rispecchiano una corrispondenza con identità storiche e con relazioni intercorrenti col territorio circostante.

 

Questo ampio panorama montano, alternato da suggestive vallate, si presenta ai nostri occhi ricco di colori che richiamano l'arcobaleno, da Pizzo Carbonara (1979 m) a Pizzo Antenna (1977 m) e Monte ferro (1906 m), che sono separati da un'ampia vallata dal Monte San Salvatore (1912 m) e dal Monte Quacella, tipico massiccio dolomitico, e da un'altra vallata dal Cozzo Dipilo (1385 m), caratterizzato da profonde balze e dirupi; il vallone Madonie separa questi monti dal Massiccio del Cervi (1794 m), grande contenitore delle riserve d'acqua delle Madonie.


 

 

Lo splendido paesaggio che offre il Parco delle Madonie è arricchito dalla presenza di fiumi e torrenti che trasportando l'acqua dalla montagna al mare, di cui il corso d'acqua più occidentale, come quello dell'Imera settentrionale (anche denominato Fiume Grande), lungo circa 30 km, si origina in una zona montuosa di quota appena inferiore ai 1000 metri e fa da spartiacque fra l'Imera settentrionale e il meridionale, il quale, a differenza del primo, scorre nelle Piane delle Sicilia meridionale.

 

Tutta questa maestosità ed imponenza del Parco delle Madonie è supportata da una ampia gamma di servizi e attività per tutti gli appassionati della natura, poichè al suo interno sono state create aree attezzate facilmente accessibili; sentieri ippovie; parchi divertimento;  musei naturalistici; centri di educazione ambientale; oltre a strutture come il Geopark delle Madonie (in Italia ve ne sono solo quattro) che comprende siti geologici significativi per qualità scientifica, rarità, attrattiva e valore educativo; e attività sportive compatibili con la natura come speleologia, nordic walking, sci, orienteering, mountain bike, arrampicata sportiva, equitazione e trekking.

 

Ma non è finita quì, non abbiamo ancora parlato della "popolazione vegetale" che anima il Parco, andiamo a curiosare...



di Laura Margheritino