La provincia di Mantova: L'Oglio Po


ABACOOP Società Cooperativa di Guide e di Servizi Turistici
Via F.lli Bandiera 10, - 46100 (Mantova)

(vedi mappa)
Mostra il telefono
Mostra il cellulare
Mostra il fax
Email: abacoopmn@gmail.com
Web: http://www.abacoopmn.it


 

Il territorio dell'Oglio Po -

 

Il territorio dell’Oglio Po si caratterizza per la ricchezza delle acque e delle zone umide divenute zone protette dal Parco Oglio Sud, che pure è a cavallo fra le provincie di Mantova e Cremona.

Troviamo così la Garzaia di Pomponesco e le torbiere di Marcaria, interessanti sia dal punto di vista naturalistico che paesaggistico.

 

L’agricoltura e l’agroalimentare sono elementi importanti dell’economia della zona. Il grande fiume qui segna il confine fra mantova e Reggio ma anche fra Lombardia ed Emilia.

 

Zona di confine, quindi, e come sempre il Ducato gonzaghesco qui erigeva le roccaforti difensive: il marchesato di Viadana era, appunto, bastione difensivo ai confini del Ducato.

 

Ma la perla è Sabbioneta, la piccola Atene di Vespasiano Gonzaga, da poco dichiarata patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco, città murata con al suo interno il Palazzo Ducale, il Teatro all’antica, cinquecentesca opera di Vincenzo Scamozzi.


 

Sabbioneta si presenta come un museo urbano. A pochi chilometri da Sabbioneta si trova un altro prezioso esempio dell’architettura urbanistica di Vespasiano, Rivarolo Mantovano con le sue mura, torri, porte e strade diritte.

 

Anche qui il paesaggio è caratterizzato dalla pianura e dal fiume: pioppeti nelle golene e agricoltura.

 

I prodotti tipici che caratterizzano questo territorio pressochè pianeggiante in un contesto strettamente agricolo sono: meloni, mele e pere, dal lavoro della terra, Grana Padano e salumi dagli allevamenti zootecnici.

 

Posto tra Cremona e Mantova ha una cucina molto saporita; la zucca, dalla polpa pastosa, dura e dal sapore dolciastro, assieme alla mostarda, salsa a base di frutta dallo spiccato sapore di senape, è ingrediente fondamentale per il ripieno dei tortelli mantovani, piatto tipico della tradizione mantovana per antonomasia.

 

La sfoglia a base di uova, acqua e farina è ripiena di un composto di zucca, amaretti, grana padano, noce moscata e mostarda conditi semplicemente con burro fuso e parmigiano grattugiato, magari con l'aggiunta di qualche foglia di salvia. Altra specialità sono i Capunsei.

 

Nel comune di Viadana e dintorni la terra e l'abilità degli agricoltori portano sulle tavole dolci e saporiti meloni, coltivati rigorosamente in campo e giustamente noti come "Meloni di Viadana", che al prelibato frutto dedica in luglio una sagra tutta particolare, fatta di ricette raffinate e curiose soluzioni gastronomiche.

 

Qui il Lambrusco che i mantovani chiamano appunto viadanese è scuro e corposo e ben accompagna salami e cotechini.

 

Prodotti quest'ultimi immancabili sulla tavola degli abitanti di queste zone, che rendono il maiale protagonista della cucina. Molte sono le aziende, nel Comune di Marcaria, che si occupano della produzione di miele (Acacia, Castagno, Eucalipto, Arancio, Girasole, Tiglio, vari millefiori), pappa reale e polline.

 

Tra latterie e Aziende Agricole, soprattutto nella zona di Foce Oglio, notevole è la produzione di formaggi stagionati come il Grana Padano con certificazione di qualità DOP, formaggi freschi, latte e derivati.

 

Nei mesi Maggio - Giugno nei Comuni del Parco di Acquanegra, Canneto sull'Oglio e Isola Dovarese c'è la "Festa del luartis", germogli di luppolo che crescono lungo le rive del fiume Oglio, con i quali si possono preparare buonissime frittate.

 



di admin