Il liquore Prugna (Padova): un distillato dall'antico sapore asburgico


Il liquore Prugna è uno dei ldistillati più rinomati della provincia padovana; si tratta di un succo di prugna distillato, a cui viene aggiunto alcool o grappa veneta, acqua demineralizzata, zucchero, aromi e caramello.

 

Ha una moderata gradazione alcolica e ad un profumo intenso tipico del frutto con il quale viene fatto; generalmente ha inoltre un ampio retrogusto con sentori di mandorla albicocca e frutta secca.

 

La produzione di liquori al gusto di prugna è molto diffusa nei paesi del nord est europeo e in quelli balcanici doc’è conosciuto con il termine “sliwovitz” che indica il frutto dalla quale viene distillato.

 

Due le tecniche per preparare il liquore di prugna; il primo è più artigianale e simile a quello per produrre la grappa: le prugne vanno fatte fermentare, poi viene distillato il liquido ottenendo una bevanda ambrata e dolce che viene fatta invecchiare in fusti di legno.


 

Il liquore ha un bouquet aromatico, intenso ed un sapore che richiama da vicino la prugna; in genere ha una gradazione alcolica sui 35-40° ma in alcuni paesi dell’est europa, soprattutto quando viene fatta artigianalmente nelle case per autoconsumo, raggiunge anche i 60°.

 

La seconda tecnica di produzione è di origine francese; in questo caso le prugne si fanno macerare direttamente nella grappa o brandy o cognac ed questo prodotto ottenuto per macerazione anziché per distillazione viene messo ad invecchiare in botti di rovere.


Il prodotto che ne deriva non è molto diverso da quello fatto con l’altro metodo, sia per colore, sapore e gradazione alcolica.


A parte alcune zone del padovano e del goriziano, la tradizione del liquore di prugna in Italia è quasi scomparsa e sopravvive solo grazie ad alcune distillerie storiche locali.



di Redazione 35