Il Bombino Bianco di San Severo (Foggia): un autoctono pugliese


Il Bombino bianco è uno dei vitigni più antichi e più diffusi nel mezzogiorno italiano ed in Puglia in particolare è l’elemento principale di diversi ottimi vini, come il Castel del Monte Bombino bianco e bianco frizzante, il San Severo bianco e bianco frizzante ed il Cacc’e mmitte di Lucera.

 

La sua presenza viene registrata anche nel Lazio, nelle Marche ed in Abruzzo, dov’è conosciuto col nome di Trebbiano d’Abruzzo; in Romagna il Bombino è noto invece come Pagadebit.

 

Il Bombino Bianco è un vitigno ad alta produttività originario probabilmente della Spagna o comunque dal bacino del Mediterraneo.

 

Ha una foglia grande verde chiaro ed opaca a tre o cinque punte, grappolo medio-grande, conico o cilindrico, spesso a forma alata.


 

L’acino del Bombino Bianco è medio grande, rotondo, con buccia spessa e consistente, colore giallo-verdognolo e macchie marroni; matura di solito entro i primi dieci giorni di ottobre.



di Redazione 35