Il "Moglo": specialità di Zeri (Massa Carrara)


Il Moglo, o Moghiolo, è una focaccia particolare preparata solo nel territorio di Zero, piccolo borgo della Lunigiana massese.


Per farla serve uno strumento chiamato “luvaro”, un caratteristico piatto di legno con manico, sul quale si stende un letto di foglie di castagno, sul quale verrà adagiato il Moglo.

 

Le foglie di castagno, che vengono raccolte in ottobre e fatte essiccare lentamente all'ombra, infilzate con uno spago, vanno sistemate nel luvaro in modo da non sovrapporsi l'una con l'altra e senza lasciare spazi vuoti.


Mentre si fa riscaldare il tradizionale testo di ghisa sulla brace, si prepara un impasto piuttosto molle con acqua, farina di castagne e un pizzico di sale, che viene spalmato sulle foglie per uno spessore di circa un centimetro.

 

A questo punto sopra alla polentina si mette un ulteriore strato di ricotta e panna e si
fa scivolare l'impasto nel testo, facendo attenzione che non si sposti dalle foglie.


 

Una volta coperta la base del testo di ghisa con la sua campana, lo si ricopre di cenere calda e brace, controllandone la giusta e lenta cottura.



di Redazione 35