Il Vino Sizzano (Novara): ottimo Doc dell’alto Piemonte


Il Sizzano è un vino a Denominazione d’Origine Controllata secco e fermo da pasto tipico del comune omonimo del novarese; ha un colore rosso rubino con riflessi gratato, un caratteristico profumo di violetta, abbastanza fine ed un sapore sapido e asciutto, molto armonico.

 

Si ottiene da uve di Nebbiolo, in percentuale dal 40 al 60%, di Vespolina, dal 15 al 40%, e della rara uva Bonarda fino a un massimo del 25%.

 

L’introduzione di questi vitigni nella zona e la loro vinificazione fu opera dei monaci benedettini in epoca medioevale; successivamente i frati dell’ordine degli Umiliati e le casate nobiliari piemontesi lo fecero diventare il vino che è oggi.

 

Il riconoscimento della denominazione di origine controllata ha dato al Sizzano notevole impulso alla produzione di questo vino, il quale generalmente viene invecchiato tre, quattro anni ed assume un tenore alcolico di 12°.


 

Come tutti i buoni rossi invecchiati, predilige le carni rosse, la cacciagione e la selvaggina, ma è ottimo anche con i formaggi a pasta dura ben invecchiati.

 

Il Sizzano Doc è un vino importante; per apprezzarlo a pieno dovrebbe essere servito in calici a “ballon” a una temperatura di 18°; il periodo ottimale di consumo è tra il quarto e il decimo anno dalla vendemmia.



di Redazione 35