Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/customer/www/mondodelgusto.com/public_html/index.php on line 83

Deprecated: Function ereg() is deprecated in /home/customer/www/mondodelgusto.com/public_html/index.php on line 33

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/customer/www/mondodelgusto.com/public_html/index.php:83) in /home/customer/www/mondodelgusto.com/public_html/index.php on line 193
I Virgineddi di Motta Sant’Anastasia (Catania): una tradizione per salutare l’arrivo della primavera


I Virgineddi di Motta Sant’Anastasia (Catania): una tradizione per salutare l’arrivo della primavera


I Virgineddi non sono propriamente un prodotto tipico e nemmeno una pietanza tipica, bensì una tradizione particolare dell’intera Sicilia, che in alcuni paesi riveste un’importanza particolare; una di queste è appunto Motta Sant’Anastasìa, in provincia di Catania.

 

In pratica si tratta di un intero pasto che viene offerto dal paese nel giorno di San Giuseppe ad anziani e bambini; a seconda delle località il menù del “pasto di San Giuseppe” è diverso.

 

La tradizione dei Virgineddi è molto antica, affonda le radici nel passato agricolo e nella matrice cristiana della comunità; sembra fosse una sorta di ex voto fatto al santo falegname dalle famiglie benestanti dei paesi ai bambini poveri.

 

Col tempo al pasto ed alla Tavolata di San Giuseppe sono state invitate anche le persone anziane, ed i paesi fanno a gara per preparare pietanze sempre abbondanti; spesso vengono preparate qualche giorno prima tanto che le tavolate possono essere visitate nei giorni precedenti la mattima della festa.


 

Il pranzo in genere si svolge nelle piazze dei paesini, dove vengono imbandite le tavole con pietanze locali e prodotti tipici, tra cui a volte anche pasta con ceci, o finocchietti selvatici, riso con le lenticchie, broccoli stufati, frittelle di asparagi, baccalà fritto, finocchio, carciofi arrostiti, crespelle, ravioli di ricotta e tanti dolci diversi.

 

Tra questi, oltre ai tipici cannoli con la ricotta ed ai dolci a base di mandorla, altre specialità come le “Sfince di San Giuseppe” ed il caratteristico omonimo pane preparato dalle massaie in tante fantasiose e tradizionali forme, spalmate di chiara d’uovo e guarnito con papaverina.



di Redazione 35