La Ciambotta di Manfredonia (Foggia)


La Ciambotta è il vanto della gastronomia sipontina, una zuppa di pesce che comprende diversi tipi di pesce: scorfano, testone, coda di rospo o pesce Sanpietro, sbarro, trancia di dentice, gronco, calamaretti, cozze nere, arselle e murici.

 

Al pesce, tagliato a pezzetti, viene aggiunto durante la cottura anche aglio, Cipolla, pomodori freschi, basilico, prezzemolo, olio extravergine d'oliva, sale; crostini di pane casareccio solo alla fine.

 

La preparazione è abbastanza lunga, ma non particolarmente complessa: si deve squamare e pulire il pesce, mentre in un tegame si fanno cuocere i vari molluschi ai quali, una volta aperti, si toglie il guscio.

 

La loro acqua di cottura, filtrata, non va gettata, ma tenuta da parte; in un’altra casseruola si fanno rosolare alcuni spicchi d'aglio e cipolla tritata quindi vi aggiunge l'acqua filtrata ed il pesce che richiede maggiore cottura, cioè lo scorfano, il testone, la coda di rospo ed i molluschi, lasciando cuocere per circa un quarto d’ora o poco più.


 

Successivamente si aggiungono pomodori freschi, basilico, prezzemolo, sale, un altro po’ d’acqua e l'altro pesce che richiede meno cottura, lasciando cuocere a fuoco lento ancora per una ventina di minuti.

 

A questo punto la Ciambotta è pronta per essere servita, bella calda, messa in piatti fondi con crostini di pane sul fondo.
 



di Redazione 35