La Fiaschetta aquilana (L’Aquila)


La Fiaschetta aquilana è un insaccato tipico del capoluogo abruzzese, ottenuto con carne magra della coscia del maiale, macinata finemente, insaporita con sale e spezie.

 

Dopo averla insaccata in un budello naturale, la Fiaschetta viene messa sotto una pressa per darle quella sua forma caratteristica, che ricorda in qualche modo un'antica fiaschetta portapolvere, di quelle che usavano all'epoca del fucile ad avancarica.


Questo salume, dopo la pressatura, viene esposta ad una leggera affumicatura su legno dolce, che ha il compito più di asciugarlo perfettamente che di insaporirlo.

 

Dopo questo processo la Fiaschetta aquilana viene lasciata stagionare per circa tre mesi prima di essere pronta per il consumo.

 

La sua consistenza, che non deve essere molle o stopposa e di fine o media granulosità, dipende sia dalla qualità della materia prima sia da fattori legati alle tecniche di lavorazione, che i norcini locali si tramandano da generazioni seguendo un’antica ricetta.


 

Il suo colore, al taglio, dev’essere uniforme rosso vivo, inframmezzato dal colore bianco dei granuli di grasso; il sapore è sapido, ma non salato, con un leggero aroma di spezie.



di Redazione 35