I Morsetti di Massa Marittima (Grosseto)


I Morsetti di Massa Marittima altro non sono che i caratteristici Cavallucci, ben conosciuti nel senese, biscotti irregolari e bianchi all'esterno, bruni e morbidi all'interno, la cui preparazione è antica e rimasta immutata nei secoli.

 

Di discreta dimensione e media durezza, il loro sapore è piuttosto dolce, conferito dalla frutta candita, dalle nocciole e dall'anice.

 

Per prepararlo si sciolgono l'acqua, il miele e lo zucchero sul fuoco ed il caramello ottenuto si unisce con la farina, la frutta candita, generalmente pezzetti di arancia e cedro, le noci, il miele, la farina di soia, l'anice, il coriandolo e il lievito.

 

All'impasto viene data manualmente la forma di cavallucci e poi si informano a 200°C per circa mezz’ora.

 

I Cavallucci nacquero a Siena intorno al 1500 col nome di berriguocoli; il nome Cavallucci deriva dal fatto che erano molto diffusi nelle osterie frequentate dai "cavallari", gli addetti al cambio dei cavalli alle stazioni di posta e dai clienti che arrivavano, generalmente a cavallo, che cominciarono a farne un grande uso.


 

Questi biscotti fin da allora sono un tipico prodotto della civiltà contadina ed era anche tradizione scambiarli come regalo augurale per le festività.


 

La tradizione dei cavallucci si allargò poi anche all'alta Maremma quando Siena dominò questo territorio e Massa Marittima, che già era una città importante di questo territorio, ne divenne presto la seconda produttrice della Toscana chiamandoli appunto “Morsetti”.



di Redazione 35