Il Panforte di Siena


La città toscana di Siena è famosa nel mondo in primo luogo per il suo Palio, ma non di meno, per il suo dolce più tipico, il Panforte, un dolce a base di farina, mandorle, frutta secca, frutta candita e spezie.

 

Il Panforte è il più conosciuto dei pani speziati, ha origini antichissime che risalgono all'epoca dei pani mielati preparati nel Medio Evo, quando veniva chiamato Pane Natalizio, Pane Aromatico o Pan Pepatus.

 

La tradizione senese vuole che il primo panforte fosse stato elaborato da una monaca che preparò una sorta di focaccia impastando miele, farina e frutta candita di arancia e melone con mandorle e spezie come lo zenzero, la cannella, la noce moscata.

 

La sua preparazione era sostanzialmente demandata agli speziali ed era destinato esclusivamente ai nobili, ai ricchi ed al clero in considerazione al fatto che conteneva, oltre ai canditi, le “conce”, anche droghe e spezie allora costosissime.



Con il passare del tempo il Panpepato non subì sostanziali modifiche e gli ingredienti rimasero più o meno gli stessi fino al 1879, quando la regina Margherita andò in visita a Siena.


Per l'occasione un pasticcere preparò un panforte con una copertura di zucchero vanigliato, inventando il "Panforte Margherita", nome col quale questo panforte "bianco", più delicato, è ancora oggi venduto.

 

A Siena questo caratteristico dolce si può trovare nei forni e nelle pasticcerie durante tutto l'anno ma sulle tavole italiane arriva quasi esclusivamente nel periodo delle festività natalizie.



di Redazione 35