L’Erbazzone di Reggio Emilia


L'Erbazzone è una torta salata tipica della cucina tradizionale reggiana, derivante dalla cultura contadina della zona, dove veniva chiamato "al scarpazzou".

 

Generalmente lo si preparava in occasione delle varie festività, da mangiare assieme ad amici e parenti.

 

Oggi lo si prepara seguendo ancora l'antica ricetta che prevede un fondo di pasta non lievitata di farina di grano tenero, acqua, strutto e sale che viene poi riempita da un impasto di bietole o spinaci, ripassati in un soffritto preparato con Cipolla, lardo, aromatizzato a piacere con aglio, prezzemolo e altre spezie.

 

A queste si aggiunge abbondante Parmigiano Reggiano stagionato e pane grattugiato.

 

La torta viene poi chiusa con un altro strato di pasta, punzecchiato dai rebbi di una forchetta, cosparso di lardelli e strutto di maiale e cotto in forno in grandi teglie.


 

La ricetta originale ha subito col tempo diverse modifiche, tra le quali l'utilizzo della pasta sfoglia al posto di quella tradizionale, oppure la sostituzione delle bietole con gli spinaci o la pancetta al posto del lardo.

 

A Reggio Emilia è stato anche costituito il Consorzio dell’Erbazzone Reggiano allo scopo di promuovere, difendere e tutelare la produzione e la commercializzazione di questa particolarità prettamente locale nonchè l’uso della sua denominazione tipica.



di Redazione 35