I Maccheroncini di Campofílone (Fermo)


I Maccheroncini di Campofílone sono un formato di pasta fresca all'uovo, lunga, vanto del paese omonimo in provincia di Fermo, che dedica loro una notissima e frequentatissima sagra.


Sono fatti da strettissimi fili di pasta sfoglia tirata allo spessore di un velo, tagliati con coltelli molto affilati. 



Noti sin dal medioevo come "maccheroncini fini fini", la loro caratteristica è l'elevato numero di uova presente nell'impasto: ben dieci per un chilo di farina di semola di grano duro.


I maccheroncini di Campofilone si distinguono dalle altre paste alimentari perché la farina deve essere impastata soltanto con uova e tutte le operazioni sono eseguite a mano; una lavorazione che richiede abilità, forza e fatica.


La pasta, che si cuoce molto rapidamente, resta porosa, caratteristica che insieme all'estrema delicatezza dello spessore la rende ottima sia in brodo sia asciutta, anche se quest’ultima rimane comunque la più gettonata, condita con un ragù di carne di pollo, vitello, maiale aromatizzato con noce moscata e una spolverata di pecorino.



Se ne ignorano le origini; forse i cinesi, come dice qualcuno, e sarebbero giunti a noi portati da Marco Polo, ma c’è anche chi afferma che sarebbero addirittura precedenti, del XIII secolo, e deriverebbero dalla “làgana” una specie di pasta conosciuta ed apprezzata dagli antichi romani.



di Redazione 35