L'olio extravergine di oliva Terre Tarentine (Taranto)





La coltivazione dell’olivo in questa zona viene praticata fin dal X secolo a.C. ma solo con la colonizzazione greca e fenicia fu sviluppata e perfezionata.

 

Nel tarantino si produce un olio extravergine d'oliva Dop ottenuto dalle varietà di olivo Leccino, Coratina, Ogliarola e Frantoio presenti da sole o insieme, in percentuali variabili fra loro e in misura non inferiore all'80%, con il 20% rimanente costituito da altre varietà minori presenti negli oliveti della zona.

 

Il colore di quest’olio è giallo verde, con media fluidità, un sapore fruttato con leggera sensazione di amaro e lieve sensazione di piccante.

 

Terre TarentineLa raccolta dev’essere effettuata tra ottobre e gennaio; il trasporto al frantoio deve avvenire nella stessa giornata di raccolta, mediante contenitori che garantiscano l'integrità delle olive.


 

La successiva molitura non può essereritardata oltre le 72 ore dal conferimento; l'estrazione dell'olio ammette il solo impiego di acqua potabile ed il ricorso a processi tradizionali sia meccanici che fisici, che non alterino le caratteristiche del prodotto.

 

Una volta estratto, l'olio può essere conservato in ambienti freschi e asciutti ad una temperatura compresa tra i 14 ed i 20 °C, lontano da fonti di calore.

 

Può essere un ottimo condimento su primi piatti con verdure, ma anche su secondi piatti di carne e di pesce.

 

Il Territorio: Massafra



di Redazione 35