I vini del "Podere La Berta" a Brisighella (Ravenna): descrizione


Podere La Berta +


 

Solano (Sangiovese di Romagna Superiore Doc)

 

Le terre su cui vengono coltivate le piante che “regalano” il Solano sono caratterizzate da un microclima unico e ideale per la coltivazione del Sangiovese: ad una altitudine di 270 m sul livello del mare, su un versante con una esposizione a Sud-Est, e aggrappate a terreni argilloso-calcarei (Galestro), si ottengono grappoli che racchiudono l’anima, il profumo e i colori del territorio.

 

Le uve, vendemmiate manualmente nella terza decade di Ottobre, e trasportate in cantina in piccole cassette per preservare l’integrità degli acini, vengono vinificate secondo un processo attento e preciso messo a punto per ottenere il miglior risultato possibile.

 

Dopo una tradizionale fermentazione volta all’estrazione dei profumi e dei tannini, si passa alla fermentazione malolattica, seguita da un primo affinamento di 3 mesi in Barriques del Massiccio Centrale Francese.
La commercializzazione arriva infine dopo altri tre mesi di “riposo” in bottiglia.

 

Un grappolo di SangioveseQuesto Sangiovese Superiore che, per la sua immediatezza cui unisce freschezza acida e tannino ruvido ma gradevole, risulta sottile, sincero, capace di donare sensazioni calde e suadenti.

 

Al colore si presenta di un rosso rubino intenso con sfumature vive e accattivanti e, versato nel bicchiere, colpisce subito per il suo naso complesso, fine e fruttato, con sentori di bacche rosse e con un’impronta erbacea che rende maggiore freschezza olfattiva al bouquet.
Si coglie anche un leggero tono di spezie integrato al fruttato varietale.

 

Dal retrogusto lungo e persistente, se ne ottiene un ricordo piacevole incentrato sulla sua struttura armonica e corposa.

  

Olmatello (Sangiovese di Romagna Superiore Doc, Riserva)

 

Fino al 2006, l’Olmatello era ottenuto da un uvaggio composto per l’80/90 % da Sangiovese e per la restante percentuale da Cabernet Sauvignon.
Con la famiglia Poggiali nasce invece il progetto di produrre vini che siano “pura” espressione del territorio su cui vedono la luce, senza tagli.

 

Ecco allora che le loro bottiglie di Sangiovese in purezza hanno caratteristiche uniche: sono trasparenti e diretti come chi vive su queste terre, chi le abita e chi da sempre si sente … parte del territorio.

 

 

I vigneti del Podere La Berta

 

Dopo la vendemmia manuale a fine Settembre e una attenta selezione volta a scegliere solo i migliori grappoli, dopo la vinificazione portata a termine in modo tradizionale, questo vino rimane in Barriques del Massiccio Centrale Francese per almeno 12 mesi e per altri 6 in bottiglia.

 

Siamo di fronte davvero ad un bel vino, a partire dal suo colore rubino, profondo, con riflessi violacei, quasi impenetrabile.
Gli aromi sono accattivanti, fini ed eleganti: ciliegie sotto spirito, noce moscata ed altre delicate spezie derivanti dall’affinamento in legno.

 

Si distingue anche per una piacevole acidità che dona freschezza e fa ben sperare per la durata del vino nelle nostre cantine.

 

In bocca subito in evidenza il buon gusto fruttato, intenso, accompagnato da un tannino davvero equilibrato, che sottolineano carattere e morbidezza; un finale lievemente amarognolo lo rendono un vino molto piacevole.
Il buon gusto sul palato dura a lungo, anche dopo l’ultimo sorso.

 

Un insieme gustativo che sottolinea il passaggio dall’età giovanile a quella adulta, come si conviene ad un rosso derivante dalla vendemmia 2008.
Un passaggio dove, però, non si sono persi i caratteri esuberanti, vedi la freschezza, ma dove l’austerità non ha ancora preso il sopravvento.





Scrivi a "Podere La Berta +"

Nome:
Email:
Telefono:
Richiesta: