Blue Sea Land, ove il gusto è dialogo e aggregazione tra popoli e culture


Blue Sea Land
- ()

Mostra il telefono
Email: bluesealandexpo@gmail.com


Oltre a rappresentare un laboratorio di diplomazia economica, sociale, scientifica e culturale, Blue Sea Land rappresenta un laboratorio di diplomazia enogastronomica, un importante strumento di dialogo attraverso i sapori ed i saperi dei territori del Mediterraneo, Africa e Medioriente. Probabilmente per tale ragione, Blue Sea Land, la cui VI edizione si svolgerà dal 1 ottobre al 28 settembre, sempre nel cuore della kasbah di Mazara del Vallo, città simbolo dell’accoglienza e della multiculturalità, è stato definito “l’Expo del terzo millennio”, parole pronunciate dall’ambasciatore della Guinea Equatoriale in Italia, Cecilia Obono Ndong, anch’essa fra gli ospiti della serata di presentazione presso la splendida location del Circolo degli Esteri di Roma, della kermesse siciliana.


Nel corso della stessa serata, i numerosi ospiti, gli Ambasciatori del Mediterraneo, Africa e Medioriente accreditati presso la Presidenza della Repubblica Italiana e le Agenzie delle Nazioni Unite, rappresentanti del mondo istituzionale, scientifico, imprenditoriale e dell’informazione, hanno potuto degustare alcune fra le eccellenze dell’agroalimentare siciliano: un autentico “viaggio in Sicilia” grazie ai prodotti, della terra e del mare, che narrano la ricchezza dell’Isola posta al centro del Mediterraneo e storicamente crocevia di popoli e culture.


Per l’occasione, lo chef mazarese Salvatore Barbera (Fish & Drink) ha sapientemente elaborato dei piatti ove sono stati esaltati i sapori del mare, a partire dallo straordinario gambero rosso del Mediterraneo (fornito dall’azienda ittica Luciano Giacalone & C di Mazara del Vallo), per non parlare di acciughe, pesce spada, polpo, seppia, ricci di mare e perfino di “asparagi di mare”. Immancabile anche il couscous di pesce arricchito di spezie varie.


Il variegato menù della serata, esposto coreograficamente in una bellissima tavola, è stato arricchito dalle primizie della terra di Sicilia: olio, olive, melenzane, menta, agrumi, cipolle, pistacchio, ricotta e miele; esplosione di sapori molto apprezzata ancor più grazie alla degustazione dei vini grillo (“Calanna”) e nero d’avola (“Tummino”) prodotti dalle Cantine Hopps.


Infine ad addolcire i palati è arrivata sua maestà la cassata siciliana preparata dai maestri pasticcieri di “Doppiozero Pastry Concept” di Mazara del Vallo; il dolce epilogo di una serata conclusa con l’annuncio congiunto da parte dell’Assessore regionale alla pesca ed Agricoltura, on. Antonello Cracolici, e del Presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Giovanni Tumbiolo: dopo il Guinness dei Primati per la “cubbaita” (dolce tipico mediterraneo) più lunga del mondo (789,30 metri) realizzato nella scorsa edizione, Blue Sea Land 2017 vedrà la preparazione della più grande cassata siciliana mai realizzata.


La splendida serata ed atmosfera creatasi al Circolo degli Esteri ha rappresentato il vero spirito di “Blue Sea Land”, cioè mettere a tavola, condividendone l’esperienza, l’economia reale dei territori, dei cluster e dei Paesi Partecipanti (lo scorso anno oltre cinquanta), la loro naturale vocazione produttiva; in tal senso la Sicilia ed i suoi sapori rappresentano una grande metafora del melting pot culturale, religioso ed enogastronomico, un esempio concreto della capacità di fare sistema per creare sviluppo sostenibile e rispettoso dei tempi della natura e delle tradizioni del territorio.


Blue Sea Land (lungo il percorso della kermesse che lo scorso anno ha visto più di 100mila visitatori degustare, tra spettacoli e animazione, le prelibatezze delle eccellenze agroalimentari) l’enogastronomia costituisce uno straordinaria esperienza multisensoriale. Ancora una volta in quei giorni Mazara del Vallo diverrà lo scenario dove il gusto, oltre che incontrare il palato, diviene formidabile strumento di dialogo e aggregazione tra popoli e culture diverse.
 





Scrivi a "Blue Sea Land"

Nome:
Email:
Telefono:
Richiesta: